Milan, Galliani: "Ecco cosa faremo sul mercato"

di Stefano Sica

Donadoni, Maldini, Ronaldinho. E poi ancora Amauri, Cafu e Serginho. L'ad del Milan Adriano Galliani parla a tutto campo del mercato rossonero. "Le voci su Donadoni? Non c'è dubbio, sia che andremo in Champions che in Uefa l'allenatore sarà Ancelotti. Con Maldini che non ha il contratto parleremo, per il resto non c'è bisogno di fare 'consultazioni' con chi ha già il contratto. Chi è un giocatore del Milan resterà un giocatore del Milan, a meno che non esprima un desiderio diverso, in quel caso parleremo e vedremo. Non mi risulta che il Barcellona abbia abbassato a 25 milioni la richiesta per Ronaldinho, in ogni caso non è quella l'offerta del Milan. Ci stiamo interessando di grandi giocatori tra cui Amauri, ma non abbiamo mai aperto le trattative con il Palermo. Non pensiamo a nessun altro attaccante finchè non risolveremo la comproprietà di Borriello. Se torna lui, sarà un'alternativa ad Amauri, se no prenderemo un altro attaccante. Se Amauri sarà ancora in giro prenderemo Amauri, se no un altro. Ci sono tanti insospettabili, che ormai non lo sono più, che chiedono di venire al Milan, anche se andremo in Coppa Uefa. Sergio e Cafu rimarranno vicino a noi. Serginho da subito si occuperà del reclutamento in Brasile, farà l'osservatore, dal primo luglio. Anche Cafu resterà in un certo senso vicino a noi, perchè suo figlio resterà qui a giocare, nella Primavera o nella Berretti. Lui tornerà a San Paolo e forse continuerà a giocare lì. Difficilmente troveremo due terzini come loro, Serginho e Cafu sono inarrivabili. Spiace molto, perchè sono pezzi della nostra storia che se vanno. Mi mancheranno molto la spinta e il sorriso di Cafu, e le volate e i cross di Serginho. Spero che un giorno arriverà qualcuno che non li faccia rimpiangere come li sto rimpiangendo ora".


Altre notizie
Mercoledì 12 Dicembre 2018
 00:00  ...con Lupo
Martedì 11 Dicembre 2018