Menù Notizie

LIVE TMW - Hellas, Juric: "L'anno scorso eravamo definiti, oggi siamo al 30%. Lasagna è un top"

di Luca Chiarini
Foto Articolo

14.00 - Alla vigilia del match di campionato contro la Juventus, in programma domani sera al Bentegodi, il tecnico dell'Hellas Verona Ivan Juric risponderà alle domande dei giornalisti direttamente dalla sede del club. L'inizio della conferenza, che si svolgerà in forma telematica, è previsto per le 14:15. Vi proponiamo di seguito, con una diretta scritta, tutte le sue dichiarazioni.

14.12 - Inizia la conferenza stampa.

In questi casi si dice che bisogna giocare la partita perfetta. Come si fa?
"Quando affronti squadre così è chiaro che devi essere perfetto e loro non al massimo, e deve girarti anche un po' bene. Faremo la nostra partita, poi si vedrà, come al solito. Quando non ci sei perdi con chiunque, ma puoi anche fare risultato con squadre più forti".

Al di là dell'aspetto dell'allenatore, come si affronta la gestione dei protocolli anti-Covid all'interno della squadra?
"Cerchiamo di viverla normalmente. I ragazzi le loro cose le fanno, devi avere fortuna. Siamo tutti a rischio, adesso ci sono anche le varianti. Noi stiamo attenti, ma non si può fare molto. L'uomo si abitua a tutto e va avanti, sperando che a noi non succeda".

Come si allena la malizia?
"Dopo Genova non ero arrabbiato, ero dispiaciuto, perché c'erano stati tanti minuti di dominio, con occasioni offensive da gestire meglio. La squadra si costruisce piano piano: ci sono momenti nei quali l'allenatore influisce poco, certe cose si acquisiscono col tempo. Anche i giovani possono avere malizia, è difficile da allenare. Poi magari se a Vieira a Genova arriva la palla e la butta via non succede niente, invece abbiamo perso due punti".

Avete fatto più miracoli lo scorso anno o questo?
"Sono due annate diverse. L'anno scorso, a questo punto, eravamo una squadra definita dal punto di vista dell'identità. Questa è al trenta percento: dipende molto dai ragazzi. Certe cose non le stiamo facendo bene, alcuni possono fare meglio. Non siamo ancora chiari: durante la partita alterniamo momenti buoni ad altri meno buoni. Penso che siamo in fase di costruzione, come gruppo".

Perché a Genova ha sostituito Lovato?
"Ha chiesto il cambio, non stava bene. Non stava facendo una grandissima partita, ma nemmeno male".

Ha dubbi di formazione?
"Non ho ancora deciso. Alcuni giocatori negli ultimi mesi hanno dato tantissimo e iniziano un po' a cedere, cosa normalissima. Non è facile inserire i nuovi, oltre a Vieira e Favilli, per alzare la concorrenza. In queste settimane ci abbiamo provato, per avere più scelte. Non ho ancora deciso, ho ancora qualche dubbio".

Quanto piacere le fanno i complimenti che riceve? Come ha detto Pazzini, potete fare più punti dell'anno scorso...
"Ieri è venuto a trovarci anche Pessina, oltre a Pazzini. Sono state due visite belle. Con i ragazzi sono chiaro: dipende tutto da loro. Siamo in un momento positivo nell'espressione del nostro calcio, ma dipende molto da loro, da quanto migliorerà chi è ancora un po' sotto e da che contributo daranno i nuovi. Possiamo andare in tutte le direzioni, speriamo di andare in quella giusta. Ci vuole anche un po' di fortuna, che contribuisce a darti fiducia. È tutto nelle mani dei miei giocatori, per il resto va bene, perché quando ti fanno i complimenti fa piacere, sapendo che nel calcio può cambiare tutto in due settimane".

Come ha lavorato in settimana con Lasagna?
"Kevin è top. Forse sono io che vedo il calcio in un modo diverso. Quando vedo un giocatore così sono felice: come si è creato le occasioni, i movimenti che ci hanno permesso di ripartire. Quando uno fa così non mi soffermo sull'errore. Dall'inizio abbiamo preso questa strada, sapendo chi siamo: tolleriamo gli errori, non gli atteggiamenti sbagliati. I nostri non sono top player, quando fanno errori non è un problema, è un problema quando sbagliano l'atteggiamento".

Sturaro e Vieira possono essere delle opzioni?
"Sì, sono due giocatori ottimi. Vieira ha avuto sfortuna, non è facile reinserirlo, ma sicuramente abbiamo bisogno di loro. Se vogliamo mantenere un livello alto abbiamo bisogno di chi è arrivato a gennaio e di chi rientra dagli infortuni".

L'infermeria si sta svuotando...
"Ceccherini ha fatto allenamento con la squadra ed è un'opzione, Pawel c'è. È rimasto Benassi che ha ancora qualche problema. Mi dispiace molto per Ruegg, che ha un problema alla caviglia che fatichiamo a risolvere".

Dimarco terzo è un'opzione?
"Voglio averne tre che possono fare tutto, che non comportino svantaggi. Col terzo a sinistra abbiamo qualche problema, soprattutto dopo la partenza di Empereur non ne abbiamo uno lì che fa entrambe le fasi bene. Vorrei andare più su questa strada, su difensori che cerco di migliorare sotto l'aspetto del gioco".

Quanto la sorprende la crescita di Ilic?
"Non sono sorpreso, dai primi allenamenti mi aveva trasmesso una sensazione di intelligenza e voglia di lavorare. Il City sceglie giocatori ben precisi. Lui non è nemmeno al venti percento: ci sono aspetti che non vanno bene, nei quali deve migliorare, ma attribuibili alla sua giovane età. Ha un margine di miglioramento assoluto, è nelle prime fasi della sua crescita. Poi vediamo come crescerà, deve migliorare fisicamente. Ma ha appena iniziato: in quattro o cinque anni, se tutto va bene, può diventare un giocatore importante".

14.29 - Finisce la conferenza stampa.

Altre notizie
Martedì 13 Aprile 2021
14:38 Serie A Rinvio Lazio-Torino, l'avvocato del Tas di Losanna: "I granata possono dormire sonni tranquilli" 14:36 Serie A Il gol fantasma di Ronaldo costa il posto al guardalinee: Makkelie rompe con Diks 14:36 Serie A TMW - Leeds United, contatti per Omar Colley. Che ora ha il permesso di lavoro 14:34 Serie B FOCUS TMW - Serie B, la classifica del girone di ritorno. Reggina seconda. Exploit Ascoli 14:30 Serie A Juve, quante sirene dalla Premier per Dybala. Il Chelsea lo punta, occhio a Manchester
14:27 Calcio estero Il Manchester United di riprova, in estate nuovo assalto a Jadon Sancho 14:23 Serie A Torino, l'agente di Rodriguez: "Nicola è poco esperto e non capisce le sue qualità" 14:22 Serie A Gasperini rischia la finale di Coppa Italia! Il procuratore antidoping chiede 20 giorni di squalifica 14:21 Serie A Milan, Vlahovic primo nome per l'attacco. Senza rinnovo può lasciare la Fiorentina per 60 mln 14:19 Serie B Brescia, nota del club: tamponi negativi per tutto il gruppo squadra dopo il match col Pescara 14:15 Serie A Roma, per la porta del futuro spunta il nome di Vandervoordt. Piace anche al Milan 14:11 Calcio estero Kayky al Manchester City, come è possibile con la Brexit? Sarà fatta un'eccezione: la spiegazione 14:10 Serie A TMW - Lazio, presentato il ricorso per il caso tamponi. Si punta alla riduzione delle inibizioni 14:08 Serie A Sampdoria, Ranieri ha deciso: addio a fine stagione anche in caso di proposta di rinnovo 14:06 Altre Notizie Torino, Lyanco e Singo sono rientrati in gruppo: intera seduta con il resto dei compagni 14:06 Serie A Il coraggio di Garcia e le lodi di Zidane. Maxime Lopez, oro del Sassuolo grazie a Villas Boas 14:04 Serie B Ascoli, Saric: "Dopo Cosenza la svolta. Battere Vicenza e Monza ci ha dato il morale per salvarci" 14:00 Serie A Milan, nessun dubbio per il riscatto di Tonali: in estate 15 milioni al Brescia 13:56 Calcio estero I tifosi del Fluminense già pazzi di Kayky: migliore in campo nel Fred Day 13:53 Serie A Ribalta è il nuovo managing director del Parma: la carriera, tra Juve, United e Zenit 13:49 Serie C FOCUS TMW - Serie C 2020/2021, le panchine: finisce l'avventura di Lopez a Lucca. C'è Di Stefano 13:45 Serie A La Turchia punta Euro2020? Ipotesi complicata: più credibile che ne approfitti Londra 13:41 Calcio estero Leeds, Radrizzani: "Bielsa e Guardiola modelli di leadership. Mi piace il modo di ispirare Conte" 13:38 Serie A Napoli, rinnovo sempre più lontano per Fabian Ruiz: De Laurentiis fissa il prezzo 13:34 Serie B FOCUS TMW - Serie B, classifica assistman: Mancosu del Lecce in vetta. In quattro ad inseguirlo 13:30 Serie A TOP NEWS ore 13 - Un turno di stop a Ibra. Tutte le ultime sul futuro di Cristiano Ronaldo 13:29 Serie A TMW RADIO - Marchetti: "Gattuso andrà via da Napoli. Conte? La sfida ora è continuare" 13:26 Calcio estero Kayky come Neymar? Il secondo gol da professionista è da Playstation: il video 13:24 Serie A El Larguero - La Juventus rinnoverà il prestito di Morata per 10 milioni di euro 13:23 Serie A TMW - Buffon e il futuro in bilico alla Juve: il primo nome per l'eredità è Audero della Samp