Menù Notizie

LIVE TMW - Fonseca: "Il problema è mentale e non fisico. Abbiamo rischiato poco la giocata"

di Pietro Lazzerini
Fonte: Dal nostro inviato all'Olimpico di Roma
Foto Articolo

Tra poco Paulo Fonseca interverrà in conferenza stampa al termine della vittoria per 1-0 nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Gent. Segui il live con la diretta testuale di TMW!

23.31 - Inizia la conferenza stampa.

Cosa pensa dei fischi a Pellegrini?
"Lui sta bene. Ho parlato con lui a fine partita. Lorenzo è forte e adesso penso che tutti devono capire che è un giocatore che sente più la Roma e la responsabilità rispetto ad altri. In questo momento difficile ha sentito più la responsabilità dell'essere romano. E' il giocatore che ama più la Roma in questo momento e non è stato facile. Non possiamo però dimenticare quanto sia stato importante in questi primi sei mesi della stagione. E' un forte ragazzo e penso che recupererà velocemente la migliore forma. Io comunque non ho sentito nessun tifoso contro la squadra, hanno capito la squadra e hanno dato il loro supporto per tutta la partita. E' un segno che sono al fianco della squadra".

Alcuni giocatori, nella corsa, sembrano pesanti: cosa può provare per rimotivare la testa dei giocatori?
"Quello che pesa è la testa. I giocatori hanno ritrovato subito l'equilibrio. Non c'è un problema fisico, sono sicuro di questo. In questo momento, per recuperare la fiducia, dobbiamo concentrarci solo su quello che dobbiamo fare. Dobbiamo tornare a credere in quello che abbiamo fatto fino a oggi. Questa è la stessa squadra che ha dominato anche contro squadre forti. E' una questione mentale. Questo non è un momento per cambiare modulo o cambiare tatticamente. Quello che conoscono meglio, conforta i giocatori, anche in campo. E' importante fare bene tutte le cose in tutta la partita. Oggi la squadra non ha rischiato molto, quando dovevamo andare avanti, abbiamo giocato la palla indietro. Anche Pau Lopez ha giocato tanta la palla. Oggi non abbiamo trovato la linea del passaggio e dobbiamo ritrovare questo che avevamo fatto bene in passato".

Pau Lopez ha giocato tanti palloni: potrebbe mettere come regola di passare la palla meno al portiere e guardare in avanti?
"Abbiamo giocato troppo con il portiere e dopo è difficile andare avanti perché l'avversario pressa meglio e occupa meglio lo spazio chiudendo la linea di passaggio. E' un segnale del momento della squadra. La squadra non guarda avanti e gioca solo al sicuro all'indietro. Diventa tutto più difficile se giochiamo sempre all'indietro. Questo cambia con la fiducia. In passato abbiamo giocato molto con Pau Lopez trovando però poi la linea di passaggio. Penso che sia determinante il momento che stiamo attraversando".

Perez ha segnato alla prima da titolare: può diventare un punto fermo della squadra?
"Speriamo di sì. Carles ha sempre voglia di fare gol e stare vicino alla porta. Deve migliorare in molte cose ma ha giocato bene per essere la prima partita. Ha lavorato anche molto per la squadra ed è lo spirito che voglio vedere in tutti i giocatori".

Perché la Roma si è bloccata così da un momento all'altra?
"E' la prima volta che mi succede. E' facile spiegare questo momento: sono le sconfitte. Io ho giocato a calcio ed è facile capire il momento. E' normale che dopo questi risultati i giocatori perdono la fiducia. Sono i risultati a determinare l'umore e il rendimento dei calciatori. Quando uno ha un incidente grave in macchina, riprendere la fiducia alla guida è difficile. Se abbiamo tre incidenti vicini, molte persone addirittura non vogliono più guidare ed è quello che ci sta succedendo: è la testa che ci sta bloccando".

La Roma di questa sera può bastare per passare il turno?
"Dobbiamo migliorare molto se vogliamo passare il turno. Dobbiamo giocare un altro tipo di calcio. Penso che dobbiamo capire questo momento. Io penso che oggi era importante vincere, forse abbiamo segnato troppo presto e la squadra ha sentito che non doveva subire alcuna rete. Dobbiamo migliorare molto e dopo questo risultato la fiducia può crescere e il livello del nostro calcio può tornare a quello che abbiamo visto nei primi sei mesi".

Cosa dire ai tifosi dopo i brusii di oggi?
"Onestamente non ho sentito molto cosa è successo fuori dal campo ma ho provato la vicinanza dei tifosi. Hanno capito che questo è un momento dove abbiamo bisogno di supporto. Sono sempre stupendi con la squadra ed è importante che continuino a credere nei giocatori perché è molto importante avere il loro appoggio per tornare al top. Io comunque li ho sempre sentiti vicini alla squadra, anche oggi".

23.53 - Termina qui la conferenza stampa.

Altre notizie
Mercoledì 08 Aprile 2020
01:05 Serie A #iorestoacasa - Le storie della buonanotte: La disperata corsa di Mwepu Ilunga per salvare lo Zaire 01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 7 aprile 00:57 Calcio estero Real, Kroos sul taglio stipendi: "Favorevole per cose utili, altrimenti diventa donazione al club" 00:53 Altre Notizie Sporting Braga, tutti i giocatori in ferie fino al 24 di aprile 00:49 Serie C Como, Gandler: "Nostro obiettivo sarà vincere il campionato nelle prossime stagioni"
00:45 Serie A TMW - Juventus, il Real Madrid non pensa al ritorno di CR7. Il vero obiettivo è solo Mbappé 00:42 Calcio estero Paris Saint-Germain, Neymar: "Ho sofferto molto per gli infortuni e mi sono fatto delle domande" 00:38 Serie A Genoa, Nicola: "Non sono preoccupato e penso che il lavoro verrà ripreso come si deve" 00:34 Altre Notizie Coronavirus, Fontana racconta la telefonata con Mattarella: "Ci ha detto di continuare così" 00:30 Serie C Carrarese, Murolo: "AIC, troppe parole al vento e pochissimi fatti" 00:30 Serie A TOP NEWS ore 24 - La UEFA lavora al calendario internazionale. Marino: "Premier finita" 00:27 Calcio estero Bayern Monaco, Flick chiama Klose: "Sarebbe un vantaggio per lo staff tecnico" 00:23 Serie A RBN - Pres. Lecce: "Stipendi, allenamenti e ripresa, non vogliamo trarre alcun vantaggio" 00:19 Altre Notizie Emergenza Coronavirus, la Colombia prolunga le misure di restrizione fino al 27 aprile 00:15 Serie A Ripresa dei campionati e taglio degli stipendi: la situazione nei top 5 campionati europei 00:12 Altre Notizie Cassano: "Dovrei chiedere scusa a Capello per tutte le volte che l'ho fatto arrabbiare" 00:08 Altre Notizie Coronavirus, Salvini: "Fra qualche settimana starà agli italiani giudicare l'operato del governo" 00:04 Serie C Monza, Sampirisi: "Taglio stipendi giusto in questo momento, aspettiamo quello che accadrà" 00:00 A tu per tu ...con Fabio Lupo 00:00 Nato Oggi... Grzegorz Lato, la freccia polacca che rifiutò l'invito di Pelé a New York 00:00 Editoriale Al 90% la Serie A non finirà entro agosto. Se non decide adesso, rischia tutto
Martedì 07 Aprile 2020
23:59 Serie A Ag. Allan: "Troverà una soluzione con il club. Hanno avuto problemi con il Napoli" 23:57 Calcio estero UFFICIALE: Leganes, rinnova il centrocampista Eraso 23:55 Serie A Marino svela: "Situazione gravissima in UK. Premier finita, stessa decisione presa in Belgio" 23:53 Serie B Ascoli, Pulcinelli: "Ritengo che a metà maggio si possa tornare in campo. Ma a porte chiuse" 23:49 Altre Notizie RBN - Prof. Di Perri: "Il calcio? Serve cautela perché il virus non ci abbandonerà presto" 23:48 Altre Notizie Emergenza Coronavirus, Di Maio: "Se sbagliamo i tempi della fase 2, torniamo in lockdown" 23:47 Serie A Giocare o fermarsi? L'Udinese non prende posizione. Marino: "Sarebbe delirio di onnipotenza" 23:45 Serie A Roma, Fonseca: "Importante che i calciatori non si fermino, li controlliamo a distanza" 23:45 Serie A LIVE TMW - Emergenza Coronavirus, finita la stagione del basket. Le proposte della FIFA