Le pagelle della Lazio - Immobile decisivo senza gol. Correa si conferma

di Tommaso Bonan
Fonte: Dall'inviato all'Olimpico di Roma
Foto Articolo

Strakosha 6,5 - Incolpevole sul gol di Thauvin, appare meno sicuro del solito in alcune respinte. Ok l'ordinaria amministrazione, salva la partita nel finale. Resta una delle certezze della Lazio.

Luiz Felipe 6,5 - Dalla sua parte Sakai e Thauvin scendono che è un piacere: lui non perde la bussola.

Acerbi 7 - A lui Inzaghi non rinuncia mai. E a ragion veduta: ancora una volta il migliore del reparto, sicuro nelle chiusure e senza sbavature. Leader difensivo.

Wallace 6 - Partita combattiva, forse troppo. Rischia in alcune circostanze e il cartellino giallo ne pregiudica l'efficienza. E l'impostazione della manovra proprio non gli appartiene. (Dal 57' Bastos 6 - Non cambia nulla dal punto di vista tattico. Gioca senza demeritare).

Marusic 6 - Gioca molto alto, quasi da attaccante esterno aggiunto. Poca precisione nella prima frazione di gioco, nella ripresa è più vivo proponendosi maggiormente con cross e percussioni.

Parolo 6 - Croce e delizia. Ha il merito di sbloccare la gara nel primo tempo, ma la macchia dell'ingenuità sul gol di Thauvin resta indelebile. Visto il risultato finale, un errore che fortunatamente non risulta decisivo.

Cataldi 6,5 - La riserva della riserva. Ancora in campo viste le indisponibilità di Lucas Leiva e Badelj, lascia il fioretto preferendo la spada per lottare contro il centrocampo avversario. Regia ordinata, seppure senza lampi: il piede c'è, il coraggio nella giocata ancora no. Ma le occasioni date da Inzaghi le sta sfruttando al meglio.

Berisha 6 - Esordio dal 1' all'Olimpico. Ancora non è il giocatore ammirato in Europa nella passata stagione, ma evidente la costante crescita dal punto di vista atletico. Senza strafare, conferma di essere una validissima alternativa per il centrocampo di Inzaghi. (Dal 70' Milinkovic-Savic 6 - Venti minuti più recupero in cui spreca una bella occasione da gol. Sta crescendo, ma ancora non è al top).

Durmisi 6 - Vorrei ma non posso. Preferito a Caceres sulla fascia sinistra, se la deve vedere col migliore del Marsiglia (Thauvin). Partita tutto sommato ordinata.

Correa 7 - Il gol e tanta voglia di dimostrare. Preferito ancora una volta a Luis Alberto, l'argentino ripaga con una prestazione tutta corsa e dribbling. Il gol è la ciliegina sulla torta: sembra davvero iniziata la sua stagione con la maglia della Lazio. Col ruolo da protagonista. (Dall'82' Luis Alberto s.v.).

Immobile 7 - Decisivo anche senza segnare. Schierato a sorpresa al posto dell'infortunato Caicedo, l'attaccante dimostra il proprio valore con una gara di sacrificio: suoi gli assist per il gol di Immobile e per quello di Correa. Protagonista a prescindere.


Altre notizie
Mercoledì 14 Novembre 2018
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy