Menù Notizie

La Juve e Pirlo battono il Napoli e tirano un sospiro di sollievo. E riabbracciano Dybala

di Simone Dinoi
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
Foto Articolo

Non poteva esserci risposta migliore. La Juventus rialza la testa dopo le brutte prestazioni contro Benevento e Torino, costate cinque punti, e porta a casa, nel teatro dell’Allianz Stadium, quello che a più riprese è stato definito uno spareggio Champions League. A Torino finisce 2-1 fra i bianconeri di Andrea Pirlo e il Napoli dell’amico Gattuso, salutato inizio gara con un bell’abbraccio all’imbocco del tunnel degli spogliatoi. Apre le marcature Cristiano Ronaldo, che si fa perdonare un errore clamoroso sotto porta dopo pochi secondi dal fischio d’avvio, bravo a sfruttare un’azione travolgente di Federico Chiesa, assoluto protagonista dell’incontro con le sue scorribande in giro per il rettangolo verde. Chiude Insigne su calcio di rigore, provocato da un'entrata in ritardo di Chiellini su Osimhen, che spiazza Buffon e regala minuti di recupero palpitanti. In mezzo però la storia della serata: quella targata Paulo Dybala che, 87 giorni dopo l’ultima apparizione, ha bisogno di soli 240 secondi per lasciare il segno.

IL GOL E L’ABBRACCIO DELLA SQUADRA - Era il 10 gennaio quando, nel pieno del rilancio dopo un inizio di stagione opaco, il ginocchio di Paulo Dybala ha fatto crack. Sembrava qualcosa recuperabile in poche settimane ma poi il fastidio si è protratto fino al rientro, nella serata di ieri, al minuto 69 quando Andrea Pirlo l’ha inserito al posto di Alvaro Morata. E gli sono bastati quattro giri d’orologio per prendere confidenza col terreno dello Stadium e insaccare il più classico dei gol alla Dybala: mancino, basso, a giro sul secondo palo che non lascia scampo a Meret e mette in discesa la partita. Una liberazione. Non nascosta nell’esultanza che prima l’ha visto correre, gridando al cielo, verso la bandierina e poi venire sommerso dall’abbraccio dei compagni. Caldissimo, in particolar modo, quello del capitano Giorgio Chiellini. E rialzatosi anche la dedica al compleanno della mamma con tanto di maglietta celebrativa. Aveva bisogno la Joya di una serata così, tanto quanto il suo allenatore e la sua squadra. Per ripartire assieme, quantomeno per questo finale di stagione, dimostrando, tutte le parti in causa, di poter chiudere in crescendo un’annata complicata ma che può essere costruttiva per i piani futuri. Ma intanto è giusto pensare al presente che racconta, 185 giorni più tardi rispetto alla data originaria, la vittoria della Juventus sul Napoli tra le mura dell'Allianz Stadium.

Altre notizie
Sabato 17 Aprile 2021
18:38 Serie A Roma, Smalling non è ancora pronto. Fonseca: "Valutiamo giorno dopo giorno..." 18:34 Serie A Sassuolo-Fiorentina 0-1, Bonaventura sblocca la gara con una magia 18:34 Serie A Juventus su Gosens, Guarente: "Segna, crossa, spinge, uno dei migliori laterali al mondo" 18:30 Serie A Simone Inzaghi ancora positivo al Covid, Farris: "Sta bene, aspettiamo solo il tampone negativo" 18:26 Serie A Hakimi e lo Scudetto nerazzurro: "Alcuni pensano che sia già vinto, ma non è ancora finita"
18:25 Serie A LIVE TMW - Hellas Verona, Juric: "Mancano sette partite, teniamo alto il livello di attenzione" 18:23 Serie B Vicenza, la rabbia di Rosso: "Inferiori al Lecce. Qualche nostro giocatore dovrebbe essere in C" 18:21 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - Serie A, tutte le ultime LIVE sul 31° turno: CR7 non convocato, gioca Dybala 18:19 Calcio estero FA Cup, alle 18.30 in campo Chelsea-Manchester City: le formazioni ufficiali della semifinale 18:17 Serie A LIVE TMW - Sampdoria, Ranieri: "Per i 52 punti dobbiamo continuare a spingere sull'acceleratore" 18:15 Serie A Hellas, Juric dribbla le domande sul mercato: "Parliamo a livello globale non dell'attacco" 18:14 Serie B Cittadella-Chievo 1-0, le pagelle: Gargiulo decisivo, attacco gialloblù anonimo 18:11 Serie A Vanja Milinkovic-Savic non fa rimpiangere Sirigu, Nicola: "La sua qualità è la serenità, è freddo" 18:08 Serie A De Paul simbolo di questa Udinese: 32 gol in bianconero dal suo esordio in A 18:04 Serie C Sambenedettese, il sindaco Piunti: "Pronti a intervenire senza proclami o clamori" 18:00 Serie A TOP NEWS Ore 18 - CR7 non convocato con l'Atalanta. Udinese e Samp ipotecano la salvezza 17:57 Serie A Domani Atalanta-Juventus, i convocati di Pirlo: fuori Cristiano Ronaldo e Bernardeschi 17:57 Serie B Serie B, Cittadella-ChievoVerona: il derby veneto è dei padroni di casa. La decide Gargiulo 17:53 Serie B Venezia ko a Salerno. Modolo: "Gara decisa dagli errori arbitrali: serve il VAR anche in B" 17:49 Serie B Lecce, Corini: "Reagire era fondamentale, il nostro l'abbiamo fatto" 17:47 Serie B Salernitana, Castori: "Siamo a un punto dalla promozione diretta. Vogliamo regalarci un sogno" 17:46 Calcio estero Wolfsburg-Bayern Monaco 2-3, le pagelle: Musiala trascinatore, Casteels un disastro 17:45 Serie A Crotone, Cosmi: "Non siamo stati gli stessi in fase offensiva, purtroppo lo siamo stati in difesa" 17:43 Serie A Sassuolo, Boga: "Difficile arrivare settimi ma ci crediamo ancora. Voglio segnare e divertirmi" 17:42 Serie A Sampdoria, Ranieri: "Obiettivo 52 punti? Deve essere la molla per fare sempre meglio" 17:42 Calcio femminile Serie A femminile, l'Empoli gioca a tennis con la Florentia: finisce 6-2 per le azzurre 17:38 Serie A Fiorentina, tribuna per Borja Valero: problema nella rifinitura per lo spagnolo 17:38 Serie A Samp, Ranieri sul rinnovo: "Con Ferrero andiamo d'amore e d'accordo. Io resterei volentieri" 17:34 Serie B Pisa, Taddei: "Risultato meritato, segnati tre gol di ottima fattura. Daremo battaglia fino alla fine" 17:32 Serie A Crotone, Cosmi accetterebbe una conferma in Serie B: "Qui c'è l'ambiente giusto per me"