Menù Notizie

Il mondo del calcio e della Juventus piange e ricorda l’icona Giampiero Boniperti

di Simone Dinoi
Foto Articolo

Una giornata di quelle che indimenticabili. All’età di 92 anni (il 4 luglio sarebbero stati 93) Giampiero Boniperti si è spento. Un esempio di juventinità e storia del calcio italiano, da giocatore prima e dirigente poi. Negli ultimi anni si era ritirato a vita privata e proprio in forma privata per volere della famiglia si svolgeranno nei prossimi giorni i funerali. Un’intera carriera alla Juventus da giocatore prima (dal 1950 fino al ritiro dal calcio nel 1961 collezionando 459 presenze e il record di 179 gol battuto solo da Alessandro Del Piero) e presidente poi (dal 1971 al 1990) portando a casa tutti i trofei che il panorama calcistico poteva offrire. Dal 2006 presidente onorario della Vecchia Signora che ha sempre definito non la sua squadra del cuore, ma il suo cuore: un amore sconfinato per i colori bianconeri. Famosissima la sua frase che nella Torino bianconera è diventata motto: “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.

RICORDO E CORDOGLIO - Quella di ieri è stata la giornata del ricordo di tutti coloro che hanno vissuto da vicino Giampiero Boniperti, apprendendo sempre qualcosa. Dal presidente Andrea Agnelli: “Quel giorno negli anni ottanta, quando ricevo un telegramma in occasione di una vittoria della Sisport contro il Torino… quel giorno scopro Boniperti, quel giorno scopro il terzo elemento di Juve che entra in me. Leggenda per tutti”; ad Alessandro Del Piero: “Caro Presidente, nessuno è stato la Juventus come lei, e nessuno lo sarà. Io le devo tutto o quasi, da calciatore, e molto anche da uomo. Perché senza la Juventus, senza la sua Juventus, io non sarei quello che sono. Le sarò grato per sempre e spero di essere riuscito a ricompensarla sul campo e fuori dal campo, come voleva lei. Grazie Presidente”. Del Piero che poi ha raccontato anche un aneddoto del suo primo incontro: “Avevo diciott’anni, ero super eccitato e avevo l’ambizione di firmare il mio primo contratto. Uno si fa degli schemi in testa ma una volta arrivato lì sono saltati. Mi ha portato nella sala dei trofei e mi ha detto: “Spero tu ci possa aiutare a vincere ancora. Firma qui, poi metto io la cifra sul contratto”. Io non avevo intenzione di ribattere, ho firmato il contratto in bianco”. Due delle tante testimonianze che la giornata di ieri ha prodotto, perché Giampiero Boniperti era amato da tutti e resterà un esempio per tutti.

L’AMORE DEI TIFOSI - Esempio e punto di riferimento per i tifosi che hanno testimoniato la loro tristezza, il loro rammarico attraverso social network e radio dedicate alla Juventus. Ma anche il ricordo che dovrà restare impresso. Così l’iniziativa dei fan ha preso piede: intitolare l’Allianz Stadium a Giampiero Boniperti. Ora è il momento del ricordo, ci sarà tempo per riflettere sull’ondata di desiderio dei tifosi di Madama per riconoscere, anche con il nome della casa del popolo bianconero, tutto quello che ha fatto il Presidentissimo per i colori diventando emblema e bandiera di juventinità. Perché Giampiero Boniperti amava la Juve immensamente.

Altre notizie
Venerdì 30 Luglio 2021
01:00 Serie A Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 29 luglio 00:56 I fatti del giorno Carnevali mette fretta alla Juve: il futuro di Manuel Locatelli legato a quello di altri tre calciatori 00:53 I fatti del giorno Capitan Chiellini pronto a riprendersi la Juve: "Sul contratto Agnelli è già stato esauriente" 00:49 I fatti del giorno Kessie più vicino al rinnovo: summit tra l'agente e il Milan, le parti vogliono proseguire insieme 00:45 I fatti del giorno L'Inter si prepara a riabbracciare Eriksen la prossima settimana. Poi esami e decisione sul futuro
00:41 I fatti del giorno Strootman e Dalbert a Cagliari per aprire un ciclo: presentati i due nuovi acquisti rossoblù 00:38 I fatti del giorno Sorpasso e affondo, la Juve vuole prendere subito Kaio Jorge. Ma non c'è accordo col Santos 00:34 I fatti del giorno Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio 00:30 Serie A TOP NEWS Ore 24 - Shomurodov alla Roma, Ilic all'Hellas. Lo Zenit piomba su Belotti 00:27 Calcio estero UFFICIALE: Norwich, nuova cessione per Sinani. Il lussemburghese va all'Huddersfield 00:23 Serie A Taddei: "Sognavo di chiudere la carriera a Roma. Mi avevano promesso un altro anno, invece..." 00:19 Serie B Frosinone, prima squadra in fila per la vaccinazione presso la ASL 00:15 Serie A Cessioni, sogni, rinnovi e un nuovo capitano: il Real Madrid al centro del mercato 00:12 Calcio estero La gita a Nizza di Boadu e Raiola indispettisce l'AZ. Il DT: "Non abbiamo ricevuto offerte" 00:08 Serie A Il Milan rivuole in prestito Dalot, ma per il Telegraph lo United potrebbe confermarlo 00:04 Calcio estero Davor Suker lascia la presidenza della Federcalcio croata. Al suo posto eletto Marijan Kustic 00:00 Accadde Oggi... 30 luglio 1966, l'Inghilterra batte la Germania Ovest ed è campione del mondo 00:00 A tu per tu …con Giorgio Perinetti 00:00 Editoriale Lukaku, il Chelsea insiste. Offerta choc. Il figlio di Abramovich a Milano per convincere il belga. L’Inter aspetta, serve un’altra cessione. Juve-Locatelli, si chiude entro lunedì. Pjanic chiama. Allegri ha carta bianca con tutti
Giovedì 29 Luglio 2021
23:59 Serie A Biraghi: "Due anni fa sarei potuto andare al Milan. Inter? Non ci pensai due volte" 23:56 Calcio estero Germania, premiato Peter Bosz per il Fair Play: "Mi piace vincere ma in modo leale" 23:55 Serie A La posizione del Santos su Kaio Jorge: "Contratto fino al 2023, via per almeno 15 milioni" 23:53 Serie A Satriano: "Inzaghi mi parla e mi dà molte indicazioni. I suoi complimenti mi fanno felice" 23:49 Serie C Lega Pro, sbarco sulla piattaforma '196 Sports'. "Visibili in tutto il mondo" 23:45 Serie A Salernitana, passi in avanti per Gagliolo: pronto un triennale, ma non c'è accordo col Parma 23:42 Calcio estero Intreccio Zouma: il Chelsea vuole darlo al Siviglia, ma s'intromette il West Ham e lui preferisce 23:38 Serie A Dalla Turchia: "L'ex Inter Emre Belozoglu sarà un collaboratore di mister Sarri alla Lazio" 23:36 Serie A TMW - Dionisi: "Non credevo che il Sassuolo potesse scegliermi. Ho parlato con De Zerbi" 23:35 Serie B Crotone, Modesto: "Prima cedere Simy e Messias e poi capiremo i nostri obiettivi" 23:34 Serie C Catania, sirene di mercato per Dall'Oglio: sul centrocampista si fanno sotto i rivali del Palermo