Il derby di Donnarumma, pronto a riscattarsi un girone dopo

di Antonio Vitiello
Foto Articolo

Lo scorso 21 ottobre Gianluigi Donnarumma fu uno dei giocatori del Milan maggiormente criticati dopo la sconfitta nel derby. La rete in pieno recupero di Mauro Icardi, su un’uscita incerta del portiere rossonero, regalò la stracittadina alla squadra di Spalletti e una settimana intensa di polemiche e critiche feroci per l’estremo difensore di Castellammare di Stabia. Un girone dopo la situazione si è completamente ribaltata perché da quella partita Donnarumma è cresciuto tantissimo, ed è tornato a giocare su livelli impressionanti.

Ha chiuso la porta talmente tante volte che il Milan da inizio dicembre ha la difesa meno battuta d’Italia e d’Europa, e gran merito va proprio a Donnarumma, sempre puntuale e impeccabile negli interventi. A soli 20 anni ha già superato le 150 presenze con la casacca rossonera e solo un predestinato può raggiungere certe cifre già alla sua età. Il periodo peggiore della carriera è ormai alle spalle, quando nell’anno dei cinesi fu messo al centro di una discussione infinita tra il suo agente e l’ex ds Mirabelli per il rinnovo contrattuale. Ora che gioca con la mente libera è riuscito a migliorarsi ulteriormente, e contro l’Inter vuole la sua personale rivincita per dimenticare l’uscita a vuoto sul gol di Icardi. Stavolta l’argentino non ci sarà, ma Gigio dovrà stare ugualmente attento perché l’incontro sarà fondamentale per la sua crescita personale, e per la squadra in generale. Una vittoria darebbe la possibilità al Milan di allungare sull’Inter, e Donnarumma vuole ottenerla a tutti i costi, abbassando ancora una volta la saracinesca e negando il gol agli avversari.


Altre notizie
Venerdì 24 Maggio 2019