Menù Notizie

Il Milan poteva finire in D, parola di Gazidis

di Andrea Losapio
Foto Articolo

"Abbiamo dovuto salvare un club dal fallimento e avremmo potuto retrocedere come successo al Parma e alla Fiorentina in passato. Abbiamo dovuto affrontare delle difficoltà economiche che ci hanno portato fuori dall'Europa e abbiamo dovuto chiarire questa situazione". È questa la frase più importante di Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, durante la presentazione di Stefano Pioli. Perché riapre un capitolo chiuso qualche tempo fa, quello della gestione Yonghong Li come presidente, Fassone e Mirabelli come dirigenti. Qual era la situazione nel momento del takeover - giocoforza - di Elliott? Quanto era profonda la tana del Bianconiglio?

FENOMENI DIVERSI - Intanto accomunare Milan a Parma e Fiorentina è quantomeno bizzarro, se non per i tempi e per i modi. I viola sono falliti a inizio millennio, quando le regole erano completamente diverse rispetto a quelle attuali. Tutto era dovuto comunque al patrimonio personale di Cecchi Gori che, in quel momento, non poteva rifinanziare il buco da 20 miliardi (circa 10 milioni di euro) che, alla fine, portò al fallimento. Invece a Parma non vennero pagati gli stipendi, incominciando a prendere punti di penalizzazione, accumulare debiti, passare di mano a Taci e Manenti, finendo il campionato grazie alla Lega Calcio, per non vendere un prodotto monco.

QUASI PER CASO - Invece Elliott, che aveva prestato 303 milioni di euro a Yonghong Li, si è ritrovato in mano un asset importante, ma che aveva bisogno di investimenti. E ne ha ancora, probabilmente, al di là delle trattative per la cessione della società. Perché al di là delle smentite di rito, l'impero Louis Vuitton ha comunque palesato interesse e nei mesi scorsi avrebbe effettuato una due diligence che ha di fatto rallentato (bloccato?) tutta la possibile operazione. Il Milan rischiava di fallire, ma era un rischio controllato, non come quello prospettato da Gazidis.

BRAVO NEI CONTI - L'amministratore delegato del Milan, di fatto, è più un CFO. Finanziariamente ha passato indenne la crisi dell'Arsenal, costretto per anni solo a vendere perché la costruzione dell'Emirates aveva portato a moltissimi debiti, prima che il calcio diventasse affare quasi globale, con fatturati da capogiro. Da Fabregas a Henry, passando per Adebayor, Tourè e Nasri. L'idea era quella di non cedere, a meno di proposte assolutamente impossibili da rifiutare. Ma neanche comprare, mantenendo un equilibrio fra entrate e uscite. I rossoneri probabilmente hanno preso lui per questo motivo, rispetto ad altri profili comunque appetibili. Andare in D era, francamente, molto difficile da ipotizzare.


Altre notizie
Domenica 20 Ottobre 2019
14:10 Altre Notizie Champions, Man City-Atalanta verrà arbitrata dall'israeliano Grinfeld 14:05 Serie A Juventus, Ronaldo: "Maglia da 700 gol speciale. Vittoria difficile e meritata" 14:04 Serie A Djuricic entra e prova a riaprirla. Sassuolo-Inter è sul 2-4 14:01 Serie A L'Inter dilaga in casa del Sassuolo. Lautaro porta il risultato sull'1-4 14:01 Serie B Venezia, Di Mariano: "Vittoria importantissima che dà consapevolezza"
14:00 Serie A Sampdoria-Roma, formazioni ufficiali: Ranieri lancia il 4-4-2 e Bertolacci 13:56 Europa Liga, l'Alaves vince con una grande ripresa: 2-0 al Celta Vigo 13:51 Altre Notizie Champions, Juventus-Lokomotiv verrà arbitrata dal greco Sidiropoulos 13:46 Serie A Le pagelle di Gomez - Prestazione maiuscola e autore del tris 13:42 Altre Notizie Napoli, Manolas esulta: "Vittoria e altro clean sheet, avanti così" 13:37 Europa Tottenham, nuovo obiettivo per la difesa: piace Ferguson del West Brom 13:32 Serie B Juve Stabia, Calvano: "Mi auguro che il vento stia cambiando" 13:27 Serie A Le pagelle di Muriel - Uno-due micidiale che non ha steso la Lazio 13:23 Serie B TMW - Trapani, comunicato l’esonero a Rubino: Nember ds 13:23 Europa Man United, Glazers non passa la mano: rifiutate due offerte dagli Emirati 13:20 Serie A Inter, Barella al 45': "Cerchiamo di sfruttare le debolezze del Sassuolo" 13:19 Serie A 4 reti segnate e 2 annullate. Sassuolo-Inter è sull'1-3 all'intervallo 13:13 Europa Galatasaray, Falcao in dubbio per la sfida di Champions contro il Real 13:12 Serie A Lukaku si sblocca e fa 1-2. Il belga riporta avanti l'Inter sul Sassuolo 13:08 Serie A Le pagelle di Parolo: mai più regista. Lucas Leiva, dove sei? 13:04 Europa Everton, sondaggio per Allegri ma l'ex tecnico della Juve dice no 12:59 Altre Notizie Graziani: "4-3-3 vestito più su misura per il Toro, serve più coraggio" 12:54 Serie B Venezia, Capello: "Risposto bene, ci siamo fatti trovare pronti" 12:49 Serie A Sassuolo e Inter sull'1-1. Berardi segna e dedica il gol a Squinzi 12:49 Serie A Le pagelle di Immobile: dove sarebbe la Lazio senza i suoi gol? 12:45 Europa Arsenal, Ceballos vuole andare oltre il prestito: avviati contatti col Real 12:40 Serie A Udinese, Marino: "Pochi gol ma margini di miglioramento enormi" 12:35 Serie B Pres. Pescara: "Zauri non è in discussione ma si devono svegliare tutti" 12:34 Serie A Subito Lautaro Martinez. Il Toro porta avanti l'Inter sul Sassuolo al 2' 12:30 Serie A Le pagelle di Danilo - Una sassata che vale il momentaneo pari