ESCLUSIVA TMW - Orlando: "Oddo? Poche colpe. Non c'è più programmazione"

di Lorenzo Marucci
Foto Articolo

I nove ko consecutivi dell'Udinese hanno inevitabilmente messo a rischio la panchina di Oddo. Per adesso il tecnico è stato confermato fino al match di domenica prossima contro il Crotone. Sarà quella la partita decisiva. "Chiunque sarebbe sulla graticola", dice a Tuttomercatoweb.com Alessandro Orlando udinese e ex bianconero. "Mercoledì non credo che ci possa essere scampo con il Napoli ma ad ogni modo, se la situazione è questa, i motivi vanno ricercati in vari fattori. Oddo a mio parere è l'ultimo ad avere delle colpe. Negli ultimi anni ad Udine non si sono mai visti grandi risultati. Il problema è legato ad una programmazione che è venuta progressivamente a mancare. A Udine da questo punto di vista erano sempre stati impeccabili. Poi però sono cambiarti gli interessi. Il patron Pozzo si vede meno, Gino Pozzo è più vicino al Watford. Peccato perché l'Udinese con il suo stadio nuovo potrebbe essere un gioiellino per tutto il calcio italiano. E adesso invece siamo allo sfascio".

Quanto rischia l'Udinese?
"Ha ancora un margine di sei punti. Certo, rischi di arrivare alla gara col Crotone con l'acqua alla gola però è anche vero che pure le altre dovrebbero vincere tutte. Credo che con una vittoria possa essere fuori da ogni pericolo".

Come eventuali sostituti di Oddo si parla di Ventura e De Biasi: che ne pensa?
"Si parla anche di Reja ed è il tecnico che preferirei. Il cambio potrebbe avvenire per provare a dare una sterzata, vedo l'ambiente sfiduciato e anche Oddo un po' sulle sue".


Altre notizie
Sabato 22 Settembre 2018
Venerdì 21 Settembre 2018
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy