ESCLUSIVA TMW - Ag.Tripaldelli: "Tornerà in Italia, cerchiamo in Serie B"

di Raimondo De Magistris
Foto Articolo

Alessandro Tripaldelli tornerà in Italia dopo sei mesi in Olanda, con la maglia del PEC Zwolle. Il laterale sinistro classe '99 non ha ingranato in Eredivisie, è scivolato nella squadra riserve e adesso vuole tornare a mettersi in discussione nel nostro paese, ripartendo dalla Serie B. Del suo futuro abbiamo parlato con Giuseppe Marzotto (nella foto, a destra), procuratore che gestisce il laterale di proprietà del Sassuolo insieme a Fabio Guardabasso.

Partiamo dalla sua condizione fisica, visto che ha patito anche qualche infortunio.
"Ha avuto un piccolo problema muscolare che ha già risolto, lunedì scorso ha giocato 90 minuti segnando due reti con la squadra riserve dello Zwolle e oggi scenderà nuovamente in campo. Ha pienamente recuperato da questo piccolo stiramento".

Come mai non ha funzionato in Olanda?
"Tanti fattori. In estate è passato allo Zwolle nelle ultime ore di calciomercato e non credo che la sua figura professionale sia stata presa nella giusta considerazione. Anche i metodi di lavoro, non sono stati quelli più adatti a lui".

Quando rientrerà in Italia?
"Già il 22 dicembre, quando inizierà un percorso di lavoro personalizzato per farsi trovare pronto. Sperando di trovare squadra il prima possibile..."

Quale sarà?
"Vediamo, ora stiamo sentendo un po' di club. La certezza è che vogliamo ripartire dalla Serie B, un campionato che potrà permettergli di centrare i suoi due immediati obiettivi".

Partiamo dal primo.
"Partecipare al Mondiale Under 20 che si terrà la prossima estate. E' tenuto in grande considerazione da tutto lo staff, ma deve tornare a giocare e lui non vuole assolutamente saltare questo appuntamento".

Il secondo?
"Ripagare la fiducia del Sassuolo, club che crede molto nel ragazzo. Il suo obiettivo è dimostrare sul campo di poter essere anche all'altezza della Serie A e del club neroverde".

Nell'immediato però il Sassuolo lo spedirà di nuovo in prestito. Non c'è il rischio che, come accaduto in estate, vada in un club che poi lo accantona presto?
"Su questo aspetto stiamo già lavorando, ci siamo anche confrontati col Sassuolo che ci ha confermato di avere grande fiducia nel ragazzo. Per questo motivo, rispetto alla scorsa estate s'è detto pronto a lavorare con noi per trovare la soluzione più idonea per valorizzare Alessandro".

In chiusura, quali sono i sogni di Alessandro?
Ragioniamo step dopo step, adesso i due obiettivi sono quelli appena elencati. Poi, come ogni ragazzo, sogna in grande e a questa età è giusto così. Ma piedi per terra: come per tutti, anche per lui sarà il campo a parlare e a svelare le sue reali qualità".


Altre notizie
Martedì 22 Gennaio 2019