Menù Notizie

Cutrone: "Alla chiamata della Fiorentina ho detto subito sì. Voglio fare bene in viola"

di Lorenzo Di Benedetto
Foto Articolo

L'attaccante della Fiorentina, Patrick Cutrone, ha partecipato a una diretta Instagram del club gigliato. Queste le sue parole: "Sto bene come tutti i ragazzi. Stamattina ci siamo allenati, siamo tutti in forma e non vediamo l'ora di cominciare. Finalmente possiamo tornare a fare possessi, partitine e lavorare di più con la palla: mi mancava tutto questo. Mi sono allenato a casa, ho fatto esercizio, ma quel prato verde dove corri, giochi con il pallone sono altre emozioni e sono indescrivibili".

Ci sono stati anche dei momenti difficili durante il lockdown.
"Diciamo che non è stato un bellissimo periodo, non sono stato molto bene quando sono risultato positivo al Coronavirus. Poi ho piano piano recuperato la forma e mi sono allenato ogni giorno tra tapis roulant e palestra perché io non riesco a star fermo".

Com'è stato il ritorno al centro sportivo?
"Bellissimo, non vedevo l'ora di tornare al campo e rivedere i compagni. Tutti hanno passato un periodo un po' così ed è stato bello davvero".

Come ha ritrovato Chiesa?
"In forma, è contento di essere tornato in campo insieme a tutti. Lo conosco da tantissimo, è entusiasta di aver ripreso gli allenamenti".

Se riprenderà il campionato è giusto puntare a migliorare la classifica?
"Assolutamente, il nostro obiettivo è quello di pensare partita dopo partita e guardare avanti. Speriamo di fare il meglio possibile".

Ha subito legato con i tifosi viola.
"Sì, fin da subito. I tifosi fanno sentire sempre il loro calore durante ogni partita, sono fantastici e poi ho un bel legame con tutti i compagni, con i tifosi, la città: mi trovo benissimo".

Tra le sue caratteristiche c'è quella di non mollare mai.
"Io faccio la cosa che amo di più al mondo e non penserei minimamente a farlo controvoglia. Mi piace dare il massimo su ogni pallone per aiutare la squadra e migliorare me stesso".

Com'è stata l'esperienza in Premier League?
"Bella esperienza, breve, ma bella. Sono cresciuto sia come uomo che come calciatore, ho scoperto un nuovo modo di vivere e una nuova cultura. La Premier League mi ha sempre appassionato, è successo quello che è successo, ma è stata una bella avventura".

Pensa alla Nazionale?
"Vestire la maglia azzurra è un onore, rappresenti il tuo Paese e non c'è cosa più bella. Uno dei sogni è quello di andare in Nazionale maggiore. Ho sempre provato una grandissima emozione a mettere la maglia dell'Italia e spero di continuare ad indossarla. Uno dei momenti che mi piacciono di più è quando si canta l'inno in mezzo al campo perché sento maggiormente di rappresentare il Paese e anche lì metto il 100%".

Come è stato l'esordio in Nazionale.
"Contro l'Argentina, mi ha fatto esordire Di Biagio. C'era anche Messi, ma era infortunato e non ha giocato. Emozione incredibile, una data che non mi scorderò mai".

Chi è un attaccante che ha studiato per crescere?
"Mi è sempre piaciuto Morata da quando giocavo nelle giovanili del Milan. Inzaghi è stato il mio idolo poi lui mi piace come giocatore e per me è uno degli attaccanti più bravi. Guardavo tanti che mi piacevano, tra l'altro anche Shevchenko era uno dei miei idoli, mi piaceva Toni alla Fiorentina che fece tantissimi gol ed era micidiale. Ho visto qualche video di Batistuta... Sono stati grandi attaccanti ed è bello guardarli".

Qual è il suo sogno nel cassetto?
"Ne ho tanti, ho 22 anni anche se non sembra dalla barba (ride, ndr). Uno di questi è fare bene con la maglia della Fiorentina, penso al presente, a fare bene allenamento dopo allenamento e spero che i miei sogni possano realizzarsi".

Come è nata la trattativa con i viola?
"Appena ho saputo dell'interessamento della Fiorentina ho detto subito di sì perché la reputo una grande società dove sono passati tanti calciatori forti e poi mi entusiasmavano i tifosi, venire in una città come Firenze".

La società vi è stata vicina anche in questo momento.
"Una cosa molto bella è stata sentire il presidente, la società durante quel periodo lì. E' una cosa che non fanno tutti, sentire la loro vicinanza fa pensare bene ed è bello".

Altre notizie
Lunedì 06 Luglio 2020
08:53 Rassegna stampa Gazzetta di Parma sui crociati: "Due rigori contro e uno solo a favore: terzo ko di fila" 08:48 Rassegna stampa Il Mattino: "Il capolavoro di Insigne abbatte la grande muraglia della Roma" 08:45 Serie A Napoli, riscatto e quinto posto agganciato: recuperati 14 punti alla Roma in 10 giornate 08:45 La Giovane Italia Arrigoni: "Allenare i giovani mi gratifica. Volti nuovi? Occhio a Mancini" 08:43 Rassegna stampa Corriere Torino sui granata di Longo: "Toro, luce Verdi"
08:38 Rassegna stampa Fiorentina, La Nazione: "Una boccata di ossigeno" 08:33 Rassegna stampa Corriere di Roma: "Decimata dagli infortuni, la Lazio si scopre fragile" 08:30 Serie A Atalanta, fuori casa la Dea è da scudetto: 10 vittorie e 41 gol lontano dal Gewiss Stadium 08:28 Rassegna stampa Il Messaggero sui biancocelesti: "Lazio, scudetto sotto voce" 08:23 Rassegna stampa Corriere di Bologna sui rossoblù: "A Musa duro" 08:18 Rassegna stampa La Stampa: "Salvezza da prendere: Toro, comunque vada è un altro fallimento" 08:15 Serie A Lecce, sos difesa per Liverani: numeri horror e troppi cambi, già 70 gol subiti 08:13 Rassegna stampa Corriere della Sera: "Milan, l’Europa e poi l’addio. Ibra e Pioli firmano il patto del Diavolo" 08:08 Rassegna stampa Tuttosport sui nerazzurri: "Questa non è più l'Inter di Conte" 08:03 Rassegna stampa Corriere dello Sport: "Callejon magico, divorzio col Napoli difficile" 08:00 Serie A Inter, neppure Conte fa la differenza. L'Europa per salvare la stagione 08:00 Il corsivo Questa volta per Antonio Conte nessun miracolo al primo colpo 07:58 Rassegna stampa La Repubblica in prima pagina: "L'Inter si arrende al ragazzo venuto da un barcone" 07:53 Rassegna stampa Corriere Torino: "La Juve cambia muro. Bonucci fa festa e attende Rugani" 07:48 Rassegna stampa Il Messaggero sui giallorossi: "Roma discreta ma ancora ko" 07:45 Serie A Torino, Juric e Giampaolo restano nomi caldi 07:43 Rassegna stampa Corriere di Roma: "Il rientro di Zaniolo non salva la Roma: terza sconfitta di fila" 07:38 Rassegna stampa QS: "Riparte il Brescia: batte il Verona e torna sperare" 07:33 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport: "Inter, da Gagliardini a Godin: in 6 cambieranno aria" 07:30 Serie A Roma, solita rivoluzione senza risolvere i problemi: rischia perfino Fonseca 07:28 Rassegna stampa La Stampa: "Juwara da profugo a eroe. Inter ko. Conte "Tutti in discussione, anch'io" 07:23 Rassegna stampa L'apertura del Corriere della Sera: "Meno tasse, più treni e buoni Internet: il piano per la UE" 07:20 Altre Notizie Claudio Nassi: “L’operazione simpatia!” 07:18 Rassegna stampa Tuttosport: "Jorginho-Chelsea in rotta: la Juve aumenta il pressing" 07:15 Serie A Milan, dopo la Lazio Ibrahimovic vuole l’impresa contro la Juventus