Menù Notizie

Crotone, Cosmi: "Non siamo stati gli stessi in fase offensiva, purtroppo lo siamo stati in difesa"

di Lidia Vivaldi
Foto Articolo

Raggiunto dai microfoni di Sky Sport al termine della gara dello Scida, che ha visto il Crotone incappare nella quinta sconfitta consecutiva, il tecnico dei Pitagorici Serse Cosmi ha commentato la prestazione dei suoi:

"Abbiamo iniziato bene la gara, abbiamo preso campo e non abbiamo rischiato. Ci sono state un paio di occasioni con Molina che ci hanno fatto pensare a una partita diversa. Poi non so cosa è successo, forse fisicamente non eravamo al meglio. Devo riconoscere che ci sono stati 15-20 minuti in cui l'Udinese ha giocato solo nella nostra metà campo. Nel secondo tempo abbiamo cambiato qualcosa, abbiamo giocato con più attenzione. Siamo stati bravi a stare dentro la partita, c'è stato l'episodio del rigore che pensavo potesse darci entusiasmo per ribaltarla, invece poco dopo è arrivato il gol di De Paul. Lì poteva finire, c'è stata un'occasione clamorosa con il palo di Simy ma concordo che non siamo stati gli stessi in fase offensiva, purtroppo siamo stati gli stessi in fase difensiva."

Sul futuro a Crotone:

"Ci siamo conosciuti per poco tempo con il presidente Vrenna e il direttore Ursino. Al di là di tutto penso che abbiano capito chi hanno di fronte. Sono orgoglioso di essere stato chiamato in Serie A dopo tanto tempo e di questo renderò sempre merito a loro. Non mi importa se sono stato chiamato perché altri hanno rifiutato, io sono orgoglioso e ho trovato un ambiente che mi piace. E' chiaro che da una parte c'è un lavoro che si fa e può essere visto da chi di dovere, però purtroppo ci sono anche i risultati, bisogna capire se questi nascono da un lavoro che non è sufficiente o se strutturalmente non si può fare di più. Sono contento di quello che stiamo facendo durante la settimana. Come diceva Mazzone, il nostro è un mestiere meraviglioso se non ci fosse la domenica."

Perché è rimasto tanti anni fuori dalla Serie A?

"C'è stato un momento in cui poteva essere giusto, faccio parte di un'altra generazione di allenatori. Nel 2000 ero la novità, ero stato catapultato dalla C alla A, non dimentico che anch'io ero una sorpresa. Poi dopo Perugia ho vissuto in maniera spericolata alcune avventure, come anche quella di Udine. Forse per la voglia di ritornare ho sbagliato ad andare in Serie B, non al Genoa perché va allenato a prescindere. Io stesso ero curioso di rivedermi in questo contesto e ho avuto la conferma che ci posso stare perché anche lo staff con cui lavoro è di grandissimo livello. Vedo che posso proporre determinate cose che sono in linea con il calcio di oggi".

Altre notizie
Sabato 15 Maggio 2021
10:45 Serie A Hakimi: "Usciti dalle Coppe ci siamo detti che non potevamo lasciarci scappare il campionato" 10:42 Calcio estero Javi Martinez: "Al Bayern grazie ad Heynckes. Mi sarebbe piaciuto salutare in uno stadio pieno" 10:38 Serie A Milan, Vlahovic resta un obiettivo ma Commisso non molla: con 50 mln può vacillare 10:34 Serie A Juventus, De Ligt: "In Italia la difesa è un'arte. Imparo da Chiellini, sono cresciuto molto" 10:30 Serie A Fiorentina, Iachini: "Ho ritrovato una squadra impaurita. C'era preoccupazione per la B"
10:27 Calcio estero L'Equipe - Icardi ha comunicato al PSG di voler andare via in estate 10:23 Serie A La Roma di Mou riparte dal portiere: fra i pali Rui Patricio ha superato Musso 10:19 Rassegna stampa La corsa verso la promozione in A: ai playoff spicca il Veneto. Due semifinaliste su quattro 10:15 Serie A Juventus-Inter, il valore della rosa è simile. Handanovic costa solo 2,5 milioni 10:12 Serie C UFFICIALE: Lecco, risolto consensualmente il contratto con mister D'Agostino 10:08 Serie A Thuram: "Buffon? Quando smetti tutto finisce e rimandi ma lui ha ancora tanta passione" 10:04 Serie B TMW - Brescia, spunta il nome di Federico del Teramo per la poltrona di ds 10:00 Serie A Vieri: "Lukaku è uno dei migliori. Io e lui due "mancinoni", con Adriano che trio!" 09:57 Rassegna stampa Gattuso in pole per la Fiorentina. QS: "Marcelino e Tedesco restano sullo sfondo" 09:53 Rassegna stampa Il Messaggero: "Lazio, battere la Roma per tenere viva la speranza Champions" 09:49 Rassegna stampa Joya da Champions prima dell'addio. Corriere dello Sport: "Ultima allo Stadium per Dybala?" 09:45 Serie A Hakimi: "All'Inter c'è un progetto, se proseguirà potremo aprire un ciclo per vincere anche in Europa" 09:42 Calcio estero Le aperture portoghesi - Benfica-Sporting: è sempre derby. Mendes: "CR7 non torna" 09:38 Rassegna stampa Genoa-Atalanta, Il Secolo XIX: "Il duello Ballardini-Gasperini accende la sfida" 09:34 Rassegna stampa Gazzetta dello Sport: "Tifosi al 50% negli stadi, l'obiettivo per la prossima stagione" 09:30 Serie A Il Milan vuole trattenere Brahim Diaz: a fine stagione appuntamento con il Real Madrid 09:30 Serie A PROBABILI FORMAZIONI - Serie A, tutte le ultime LIVE sul 37° turno: ancora Rebic a guidare il Milan 09:28 Rassegna stampa Torino, vietato fallire dopo lo 0-7 col Milan. Corriere della Sera: "Spareggio salvezza" 09:23 Rassegna stampa Juve-Inter e Roma-Lazio. Repubblica: "Arrivano i derby dei dispetti" 09:18 Serie A LIVE TMW - Fiorentina, Iachini: "Ringrazio Commisso, dopo la Lazio voleva quasi confermarmi" 09:18 Calcio estero L'apertura de L'Equipe: "C'era una volta la rivoluzione: l'OM guarda al futuro" 09:15 Serie A ESCLUSIVA TMW - Brevi: "Toro, calma: hai due match-ball. De Biasi? Ecco come ci rialzò nel 2006" 09:13 Rassegna stampa Moratti al QS: "L'Inter ononerà il derby d'Italia. A Conte dico di avere pazienza" 09:08 Rassegna stampa È la resa dei... Conte. Il Giornale: "Può togliere alla Juve il sogno Champions" 09:03 Rassegna stampa Il derby d'Italia si rovescia. La Stampa: "La Juve cerca punti per sperare nella Champions"