Menù Notizie

Ambrosini: "Kakà non sembrava così forte. Zaccheroni innovativo e sottovalutato"

di Michele Pavese
Foto Articolo

Massimo Ambrosini, ex centrocampista del Milan, è intervenuto in una diretta Instagram con Carlo Pellegatti, con cui ha ripercorso le tappe della sua carriera rossonera: "Quando sono arrivato a Milanello nel 1995/96 dovevo fare l'ultimo anno di liceo, andavo a scuola il pomeriggio perché la prima squadra si allenava al mattino. Rimasi a Milanello da solo per preparare l'esame di maturità. Erano tutti in vacanza, rimanemmo in tre", riporta MilanNews.

L'arrivo al Milan: "Giocavo a Cesena, ero un ragazzino. Cominciai a giocare in continuità in Serie B, il Milan mise gli occhi su un altro ragazzo a Cesena. Nel '94 la Serie A era ferma, Galbiati e Balestra, collaboratori storici di Capello, andarono a Piacenza a vedere Piacenza-Cesena. Feci la mia seconda partita da titolare, avevo 17 anni, e andò bene. Da lì partì un po' tutto. Moreno Roggi il mio procuratore venne a casa mia, c'erano tre squadre che mi volevano, una era il Milan. Era la squadra più forte del mondo, per ogni ruolo c'erano i più forti del momento e avevano come riserva gente che avrebbe giocato titolare ovunque. Per un ragazzino era anche difficile percepire che fosse la realtà. Mi ricordo il primo allenamento, il primo passaggio lo feci a Donadoni".

Gli allenatori e le vittorie: "Capello era severo ma ci ha fatto capire cosa voleva dire l'approccio professionistico vero. Zaccheroni ebbe il coraggio di proporre qualcosa e il gruppo lo seguì, abbiamo vinto con la forza nostra, un pizzico di fortuna ma seguendo un allenatore innovativo e sottovalutato. Con Carlo abbiamo vinto in Italia decisamente meno di quello che avremmo dovuto vincere: quei cinque anni, dal 2003 al 2007, sono stati gli anni di tre finali, un quarto di finale e una semifinale di Champions, vuol dire che in campionato abbiamo sbagliato qualcosa".

Kakà non sembrava forte: "Fece due allenamenti, perché giocammo a Montecarlo col Porto, poi andammo direttamente a giocare ad Ancona. Non giocai a Montecarlo, ero convinto di giocare in campionato ma Ancelotti schierò Kakà e mise un altro al mio posto. Ero molto nervoso, vidi due allenamenti suoi e non mi sembrava così forte (ride ndr)".

Inzaghi lo studioso: "È sempre stato visto come un mistero, ma poi non era tale. La sua capacità in fase realizzativa non era frutto del caso: aveva una conoscenza maniacale del calcio, lo studio della traiettoria, tutto quello che faceva non poteva essere casuale".

Il Milan attuale e Rangnick: "La speranza è che ci sia un progetto che preveda chiarezza. L'arrivo di un allenatore straniero immagino possa escludere la permanenza di Paolo, mi dispiacerebbe molto. Significherebbe non poter vedere come Paolo avrebbe potuto svolgere in maniera completa il suo lavoro. Non conosco molto questo allenatore, ci vuole attenzione anche nell'entrare e di parlare in cose che per il momento non competono".

Altre notizie
Giovedì 06 Agosto 2020
12:08 Serie A Napoli, l'Everton beffa gli azzurri per Gabriel. Ancelotti vuole anche Allan 12:06 Serie A Domani rivali, in futuro chissà: la Juve su Aouar dell'OL. Che pensa a Matuidi e Demiral 12:04 Calcio estero Nicolas Anelka, genio e sregolatezza. La sua storia approda su Netflix 12:00 Serie A Perché lo United ha lasciato Sanchez all'Inter a zero? Risparmio stimato in circa 60 milioni 11:57 Calcio estero Leverkusen-Rangers, probabili formazioni: Havertz titolare per conquistarsi l'Inter
11:53 Calcio estero UFFICIALE: Barcellona, ecco Gustavo Maia. Al San Paolo 4.5 milioni, clausola da 300 milioni 11:49 Serie A Sassuolo, De Zerbi: "Potrei restare altri 10 anni qui. In una big solo alle giuste condizioni" 11:46 Calcio estero TMW - Un centravanti qatariota per Carrera? C'è l'offerta dell'AEK Atene per Almoez Ali 11:45 Serie A La Roma a Friedkin: da Alisson a Totti e Dzeko. La Top 11 dell'era Pallotta 11:42 Calcio estero Wolverhampton-Olympiacos, probabili formazioni: occhio all'uomo mercato Jimenez 11:38 Serie A Barcellona-Napoli, la designazione arbitrale: gara affidata al turco Cakir 11:36 Serie A TMW - Bologna, caccia al centravanti: c'è l'ok di Mihajlovic per Vladyslav Supryaga 11:34 Calcio estero Juventus-Lione, i convocati di Rudi Garcia: riecco Depay e Reine-Adelaide 11:32 Altre Notizie Europa League, le partite in programma per oggi 11:30 Serie A Lazio, David Silva ha detto sì: il fratello ha già visitato il centro sportivo di Formello 11:27 Altre Notizie La moviola di Inter-Getafe: direzione all'inglese, giusto fischiare il rigore a Godin 11:25 Serie A Le pagelle di Godin - Serata complicata contro il Getafe. Soprattutto per colpa degli episodi 11:23 Serie A Milan, il Tottenham chiede 20 milioni per Aurier: si lavora per per abbassare le pretese 11:21 Serie A Alexis Sanchez all'Inter a costo zero. Il Niño Maravilla guadagnerà 21 milioni in 3 anni 11:19 Serie C Ternana, è fatta per Lucarelli: attesa per la firma del tecnico 11:15 Serie A La Roma a Dan Friedkin, alla fine non è record in A. Il Milan è costato 740 milioni 11:12 Serie A Napoli, Manolas: "So come si elimina il Barcellona. Messi il numero uno al mondo" 11:08 Serie A Le pagelle di Bastoni - Partitona e man of the match. Lanci degni di un regista 11:08 Serie A UFFICIALE: Sanchez all'Inter a titolo definitivo gratuito. Contratto fino al 2023 11:06 Altre Notizie Inter-Getafe, Conte e il cattivo rapporto col microfono 11:04 Serie B Serie B, il Trapani al Coni: salvezza in bilico 11:00 Serie A La Roma a Friedkin: cronistoria di una trattativa lunga quasi 10 mesi. Alti e bassi, poi il lieto fine 10:57 Calcio estero MLS, c'è la prima finalista: Portland supera di misura Philadelphia 10:55 Serie A Juve, oggi il test decisivo per Dybala: potrebbe anche essere titolare contro il Lione 10:53 Serie A Le pagelle di Lukaku - Big Rom 30 e lode nonostante una mezzora da assente ingiustificato