Menù Notizie

Ferrero, lieve malore al momento dell'arresto. Il Secolo XIX: "Domani l'interrogatorio di garanzia"

di Luca Chiarini
Foto
Ha trascorso le prime due notti in carcere Massimo Ferrero, arrestato dalla Guardia di Finanza lo scorso sei dicembre per reati societari e bancarotta. L'ex presidente della Sampdoria - si legge oggi su Il Secolo XIX - ha spiegato al difensore Giuseppina Tenga di aver avuto un leggero malore al momento dell'arresto: "Ieri mi sono arrabbiato con i finanzieri che non mi hanno concesso di essere trasferito nella mia casa romana per assistere alla perquisizione e mi è uscito un fiotto di sangue dal naso, ho avuto un picco di pressione", le parole attribuitegli dal quotidiano. Domani alle 13.30 è previsto l'interrogatorio di garanzia: Ferrero verrà sentito dal gip di Paola in videoconferenza. Subito dopo, come annunciato dall'avvocato Tenga, ci sarà il ricorso al tribunale del riesame a Catanzaro per contestare l'esigenza stessa di un provvedimento cautelare: "Non è ammissibile - ha sottolineato il legale - che una persona per più di 24 ore non possa parlare con i suoi legali e non si sappia dov'è. Al di là delle contestazioni, di qualunque contestazione, non si fa così. Evidentemente Ferrero dà fastidio a qualcuno".
Altre notizie Sampdoria
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Martedì 18 Gennaio 2022