Menù Notizie

Robin Van Persie, dai successi con l'Arsenal al volo d'angelo al Mondiale

di Lorenzo Di Benedetto
Robin Van Persie, dai successi con l\'Arsenal al volo d\'angelo al Mondiale
Considerato uno dei migliori attaccanti a livello europeo degli ultimi anni, Robin Van Persie è il primatista di reti con la maglia dell'Olanda, mica una nazionale a caso. Nato e cresciuto nelle giovanili dell'Excelsior, nel 2001 è passato al Feyenoord dove si è fatto notare dagli scout internazionali. Così, nel 2004, ecco la grande chiamata, quella dall'Arsenal. Con i Gunners, Van Persie ha giocato 8 anni, dal 2004 al 2012, segnando e guidando il club londinese ai successi, seppur pochi, delle recenti stagioni. Per i tifosi è sempre stato un idolo, salvo poi diventare una sorta di nemico dopo il suo rifiuto al rinnovo e il conseguente passaggio al Manchester United per 23 milioni di sterline. Il top della carriera, però, probabilmente lo aveva già raggiunto e forse superato. I tre anni allo United, seppur ricchi di gol, sono stati scarni di successi e nel 2015 ecco la cessione. Per la fine della carriera, Van Persie ha scelto la Turchia, firmando per il Fenerbahce, prima di chiudere là dove tutto era cominciato, ovvero al Feyenoord. Fra i gol più celebri, quello segnato al Mondiale 2014 contro la Spagna con un tuffo in avanti da antologia. In carriera Van Persie ha vinto meno di quanto ci si potesse aspettare: 2 Community Shield, una Coppa d'Inghilterra, un campionato inglese e una Coppa UEFA oltre al premio Puskas per quel meraviglioso gol di cui abbiamo raccontato. Oggi Robin Van Persie compie 36 anni. Sono nati oggi anche Federico Giunti, Leandro Amaral, Roman Weidenfeller, Andrea Gasbarroni e Danilo Cataldi.
Altre notizie Sampdoria
Lunedì 21 Settembre 2020