Menù Notizie

Gigi Meroni, l'imprendibile e stravagante Farfalla di Genoa e Torino

di Lorenzo Di Benedetto
Gigi Meroni, l\'imprendibile e stravagante Farfalla di Genoa e Torino
Imprendibile, geniale, stravagante e dal look solo all'apparenza trasandato. La 'Farfalla' Luigi Meroni, nato a Como nel 1943, era considerato (a ragione) uno dei talenti più cristallini di sempre del calcio italiano. Prima di giocare a calcio, in gioventù, dipingeva quadri e disegnava cravatte, ma un bel giorno il suo Como decise di dargli un'opportunità. Nel '62 lo notò il Genoa, dove rimase per due stagioni prima di passare al Torino nel '64. Esterno d'attacco dotato di velocità e di una straordinaria qualità tecnica, faceva del dribbling la sua peculiarità principale sul campo. Fuori dal campo, come detto, era considerato un personaggio piuttosto stravagante. Fra le altre cose, di lui si dice che amasse passeggiare con una gallina al guinzaglio, ma pure 'intervistare' persone a caso per chiedergli cosa ne pensassero del calciatore Gigi Meroni (operazione possibile in un'epoca in cui tv, internet e social non la facevano da padrona). Giocatore amatissimo dai tifosi, perse precocemente la vita in un tragico incidente nell'ottobre del '67 quando, 24enne, fu investito da un'auto in Corso Re Umberto a Torino. Oggi sono passati 77 anni dalla nascita di Gigi Meroni. Sono nati oggi anche Ciccio Baiano, Thiago Ribeiro, Michael Johnson, Rey Manaj, Angelo Colombo, Mario Suarez e Yksel Osmanovski.
Altre notizie Sampdoria
Giovedì 09 Aprile 2020