Menù Notizie

UFFICIALE: Munari si ritira: "Grazie ai tifosi, alle piazze in cui ho giocato"

di Redazione Sampdoria News
UFFICIALE: Munari si ritira: "Grazie ai tifosi, alle piazze in cui ho giocato"

Gianni Munari ha comunicato con una lunga lettera il ritiro dall'attività agonistica e l'ingresso nell'area scouting del Parma:

“La fine della propria carriera? Qualsiasi sportivo forse la vede come qualcosa che non arriverà mai, o qualcosa per cui c’è sempre tempo per pensarci…

Il campo, lo spogliatoio, i ritiri, tanti traslochi e tanti cambi di città: queste sono le cose che caratterizzano la nostra vita, quella di uno sportivo professionista. In questi anni ho imparato tante cose: ho imparato a sembrare il più grande anche quando nella mia testa mi sentivo piccolo, a sembrare il più forte anche quando dentro di me lottavo contro le mie debolezze, accettandole e combattendole fino a superarle. Ho imparato a farmi da parte senza fiatare quando mi è stato chiesto di farlo, ma anche ad essere sempre pronto quando occorreva il mio aiuto.

Il nostro lavoro prima di qualsiasi altra cosa è soprattutto saper fare SQUADRA, è coesione, e quando mi è stato proposto di intraprendere questa mia nuova strada ho pensato che proprio questo sarà ciò che mi mancherà di più. Mi mancherà vincere per il gruppo e non per sé stessi, sudare sia per me che per gli altri, piangere, ridere e condividere quell’adrenalina che solo il calcio sa darti.

Negli ultimi giorni, anzi, negli ultimi mesi la mia mente è piena di ricordi, di fotografie. Mi passano tutti davanti agli occhi, uno ad uno. Non chiedetemi qual è il più bello, io me lo sono chiesto ma non riesco davvero a scegliere.

Volevo dire grazie, di cuore, a tutti voi. Alla mia famiglia che mi ha spronato e mi ha supportato sempre in ogni momento, a mia moglie che mi ha sempre sostenuto e seguito. A mio fratello e i miei amici che mi hanno sempre seguito. Al mio amico Giampiero Pocetta che mi ha accompagnato in tutti questi anni e che ha condiviso con me tutte le mie scelte. A Germano Chierici che mi è stato vicino nei momenti bui. Al Parma Calcio, al Presidente Pietro Pizzarotti, al Direttore Sportivo Daniele Faggiano e a Mister Roberto D’Aversa perchè mi stanno dando la possibilità di intraprendere questa nuova strada. 

Ai tifosi, tutti, alle società, alle piazze in cui ho giocato. Ma soprattutto ringrazio me per non aver MAI, MAI, MAI MOLLATO. E non lo farò nemmeno ora in questa mia nuova veste. Grazie a tutti”, riportano i media ufficiali del club ducale.


Altre notizie Sampdoria
Martedì 10 Dicembre 2019