Menù Notizie

Thorsby sul clima: "Giusto prendere sul serio il nostro ruolo nella società"

di Matteo Romano
Thorsby sul clima: "Giusto prendere sul serio il nostro ruolo nella società"

Morten Thorsby è tra i calciatori più attivi nel mondo del sociale. Il centrocampista norvegese si è subito distinto per l’attenzione sui cambiamenti climatici, tanto da aver incontrato recentemente il ministro dell’ambiente italiano Sergio Costa.

Riguardo l’incontro con il ministro Costa, Thorsby ha commentato:

“L'incontro è stato molto interessante e una grande opportunità per incontrare una persona così importante qui in Italia per concentrarsi maggiormente sulla lotta ambientale. L'incontro riguardava soprattutto cosa possiamo fare in Italia a livello calcistico”.

Il calciatore della Sampdoria ha creato una fondazione chiamata "We Play Green", per aumentare l'interesse per una delle più grandi sfide sociali del mondo, vale a dire la lotta per la difesa del clima.

Il norvegese ha raccontato ai microfoni di Nettavisen Sport la sua idea per un mondo più sostenibile:
“Lo scopo della fondazione è ispirare e coinvolgere l'intero mondo del calcio, che a livello globale conta quattro miliardi di persone. Il nostro modo di pensare è fare in modo che i giocatori e le società lo prendano sul serio e dimostrino ai tifosi che questo è importante, quindi penso che questo creerà un impegno che può diffondersi ai tifosi e al resto del mondo –le parole tradotte da Sampdorianews.net – Quindi svilupperemo la piattaforma durante l'autunno, in modo che ci saranno cambiamenti più concreti nel tempo”.

Per Thorsby l’impegno del mondo del calcio deve riguardare diversi aspetti della società:

“Non si tratta solo di giocare a calcio, devi dimostrare di avere alcuni pensieri su ciò che sta accadendo intorno a te. Facciamo parte della società ed è importante prendere sul serio il nostro ruolo nella società. Ultimamente c'è stata molta attenzione sui ruoli di genere e sul razzismo, ed è positivo. Ma dobbiamo prendere anche la lotta ambientale – le parole del norvegese – Tutte le industrie hanno la responsabilità di essere sostenibili. Se lavori nell'industria dell'abbigliamento, aeronautica o automobilistica, hai anche una responsabilità. Ma l'industria del calcio ha una dimensione in più, ovvero che tutto ciò che fai ha un doppio effetto. Se un club lavora pubblicamente con la sostenibilità, può anche creare un grande coinvolgimento con i fan. Molti tifosi ammirano i loro giocatori e il loro club”.

Thorsby sottolinea quali siano le sue convinzioni e analizza l’atteggiamento riscontrato in Italia circa le tematiche ambientali:

“Non voglio essere istruttivo, non sono affatto perfetto. In relazione allo sviluppo sostenibile, c'è molto che posso fare in meglio, ma la mia idea è ispirare il cambiamento. Questo non sarà risolto in un anno. Ma con la piattaforma "We play green" accelereremo i cambiamenti. Questo è un passo nella giusta direzione – riporta Sampdorianews.net – Cresce la consapevolezza in Italia, come in molti altri paesi. Soprattutto intorno all'inquinamento da plastica. Ci sono cambiamenti climatici, inquinamento atmosferico, inquinamento da plastica e perdita di diversità ecologica. Proveremo prima qui in Italia e con il calcio italiano, prima che il resto del mondo, si spera”.


Altre notizie Sampdoria
Domenica 25 Ottobre 2020