Menù Notizie

Il centrocampo della Juve è costato potenzialmente 95 milioni. 82 solo per Arthur

di Andrea Losapio
Il centrocampo della Juve è costato potenzialmente 95 milioni. 82 solo per Arthur
Il problema principale per la Juventus è data dal centrocampo. Ritenuto non all'altezza, inversamente proporzionale all'era Conte quando a metà campo c'erano quattro lati di un poligono: Pirlo, Marchisio, Vidal e Pogba. L'evoluzione della Juve ha portato ora a un reparto con di fatto, sei giocatori, escludendo Kulusevski o Bernardeschi e considerandoli più vicini all'attacco che alla parte centrale. CHI È COSTATO - Arthur è costato solamente 10 milioni di differenza con Pjanic, ma è evidente che a bilancio ne vadano 72 più 10 di bonus. L'altro che è stato pagato ed è a titolo definitivo è Bentancur, arrivato per 9,5 milioni dal Boca Juniors (con il 50% della rivendita ancora agli argentini) nell'ambito dell'affare Tevez. E poi Winston McKennie, 3 milioni, ma lui solamente a titolo temporaneo. I PARAMETRO ZERO - Sono tre, di fatto. Sami Khedira è approdato qualche anno fa, avendo il tempo per vincere e dimostrando di poter essere un calciatore importante sia per la quantità che per i gol. Ramsey solamente un anno fa, con stipendio faraonico - e probabilmente commissioni - situazione simile a quella di Rabiot, per cui la madre non è stata certamente a buon mercato nel bonus alla firma. GLI STIPENDI - Sono altissimi. Ramsey e Rabiot sono arrivati a zero e quindi hanno avuto il massimo, circa 15 milioni di euro in due. Arthur, pur pagato molto di più, di base è a 5, come Khedira, che però ha contrattato in un altro periodo storico, arrivando dal Real Madrid a parametro. Meno Bentancur, che è vicino comunque al rinnovo, e McKennie. Di fatto di stipendi netti siamo intorno ai 30 milioni, lordi 60. Non pochissimo per un reparto che è in difficoltà.
Altre notizie Roma
Sabato 05 Dicembre 2020
Venerdì 04 Dicembre 2020