Le probabili formazioni di Lazio-Novara - Caicedo al fianco di Immobile

di Antonino Sergi
Foto Articolo

Primo impegno ufficiale del nuovo anno, è tempo di ottavi di finale di Coppa Italia. La gara inaugurale di questa fase sarà quella dello stadio Olimpico con i padroni di casa della Lazio che se la vedranno contro la sorpresa Novara. Due categorie di differenza ma concentrazione al massimo per raggiungere l'obiettivo quarti di finale e iniziare con il piede giusto il 2019. Esordio anche nella manifestazione per la formazione di Simone Inzaghi, qualificata d'ufficio agli ottavi dopo il quinto posto in classifica ottenuto nel campionato precedente. Lo stesso tecnico in conferenza stampa ha sottolineato l'importanza dell'impegno nonostante l'enorme differenza di valori: "Nessun rodaggio, quella di domani è una partita importante che vale un quarto di finale". Smaltita la delusione del pareggio interno contro il Torino con tanto di tante polemiche arbitrali, l'obiettivo rimane il quarto posto e fare strada in Coppa Italia senza dimenticare l'Europa League. Sfida emozionante e stimolante invece per il Novara, la formazione di Viali ha già fatto avuto la meglio su Perugia, Brescia e Pisa per arrivare fino al palcoscenico dell'Olimpico. Con l'Entella i piemontesi sono le vere sorprese della competizione, vietato partire da sconfitti con l'orgoglio di confrontarsi contro una delle migliori formazioni a livello nazionale. Le cose non sono andate benissimo in campionato, iniziato in ritardo e con un decimo posto che non può far felice il Novara che si trova a ben dieci lunghezze di distanza dalla capolista Pro Vercelli. Una sfida che manca all'Olimpico da ben otto anni, era Serie A e la Lazio si impose con un netto 3-0 grazie alla rete di Giuseppe Biava e alla doppietta di Tommaso Rocchi.

COME ARRIVA LA LAZIO - Niente turnover per Simone Inzaghi, il tecnico biancoceleste sceglie i titolari per dare un segnale forte del risultato che desidera portare a casa. Il modulo rimarrà invariato, il 3-5-2 con la posizione diversa di Luis Alberto che andrà a ricoprire il ruolo di interno di centrocampo con Milinkovic-Savic spalleggiati dall'ex Fiorentina Milan Badelj. Rimane a riposo Lucas Leiva, il brasiliano da meno di un mese è tornato completamente nei ranghi dopo il fastidioso infortunio. Partiamo comunque dall'estremo difensore, si profila la panchina per Proto con Strakosha favorito. Retroguardia a tre con l'inamovibile Francesco Acerbi centrale affiancato da Wallace e Luiz Felipe vista la squalifica di capitan Radu. Marusic regolarmente in campo sulla corsia destra mentre sul versante opposto parte favorito il belga Lukaku rispetto al titolare Lulic. In avanti l'unico dubbio, Immobile sicuro titolare e che probabilmente sarà affiancato da Caicedo favorito su Joaquin Correa.

COME ARRIVA IL NOVARA - "Cercheremo di fare qualcosa di eccezionale". Ha presentato così la sfida contro la Lazio il tecnico William Viali, ex difensore centrale di Fiorentina e Treviso. Un appuntamento storico senza però uno dei grandi protagonisti, out per problemi fisici infatti Daniele Cacia che con le sue otto reti è il capocannoniere della compagine piemontese. Sarà 4-3-1-2 il modulo iniziale con Benedettini in porta, davanti a lui la difesa a quattro senza l'assenza Tartaglia che sarà sostituto da Chiosa al fianco di Bove mentre sugli esterni ci saranno Cinaglia e Visconti. A dettare i tempi della manovra sarà il brasiliano Ronaldo con Sciaudone e Nardi, fantasia invece fornita dal trequartista argentino Nicolas Schiavi. Davanti orfani come detto di Cacia sarà il turno di Manconi con Eusepi, quest'ultimo a quota sette in campionato.

LE PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Wallace; Marusic, Milinkovic-Savic, Badelj, Luis Alberto, Lukaku; Caicedo, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi.

NOVARA (4-3-1-2): Benedettini; Cinaglia, Chiosa, Bove, Visconti; Sciaudone, Ronaldo, Nardi; Schiavi; Eusepi, Manconi. Allenatore: William Viali.


Altre notizie
Giovedì 17 Gennaio 2019