Potenza-Ciampino 3-1... vista dalla Capitale...

di Redazione TTP
Fonte: polisportivacittadiciampino.it

Il Città di Ciampino si ferma al “Viviani”, in una ripresa del campionato che si rivela non positiva per i ragazzi di Simone Santoni, battuti in Basilicata dalla compagine allenata dal romano Oberdan Biagioni.

L’avvio non è dei più semplici, perché il Potenza parte bene e al 5’ si fa già minaccioso, con Sottoriva che deve compiere il primo intervento su Moisa, bravo a chiudere sul taglio di Forgione ma andando involontariamente vicino all’autogol. Sul corner immediatamente successivo, però, i padroni di casa passano. Angolo dalla destra, Todino riesce ad arpionare e concludere. Il pallone attraversa beffardo le gambe degli attaccanti potentine e dei difensori aeroportuali, infilandosi in rete, dove Sottoriva proprio non può arrivare.

Costretto a rincorre, il City prova a scuotersi con una punizione di Fischetti, ma è solamente al 21’ che l’1-1 rischia effettivamente di materializzarsi, quando Cassetti liscia di un soffio la deviazione sotto porta al corner pennellato a centro area da Ramcheski.

Nonostante l’errore, i ragazzi di Simone Santoni tengono bene il campo, ma poco dopo la mezzora arriva un’altra doccia fredda. Potrone lancia in profondità Pepe, tagliando fuori la difesa ciampinese. Il numero 7 entra in area e davanti a Sottoriva mantiene i nervi saldi: è 2-0.

Altro colpo da incassare, ma nel finale della prima frazione il City riacquista fiducia e geometrie. Basta un acuto di Fischetti, al 37’, bravo ad avanzare sulla destra e mettere al centro. Sulla sfera si avventa Damiani, che costringe Cacciotti a un intervento tanto disperato quanto malefico. Il tocco del difensore rossoblù finisce infatti col sorprendere Napoli e riaprire le sorti del match.

Match che il Città di Ciampino, di lì a poco, potrebbe anche pareggiare, se il diagonale di un liberissimo Moisa non sibilasse a una manciata di millimetri dalla porta potentina, vanificando quel 2-2 che invece non si materializza.

Nella ripresa mister Santoni prova subito a sfruttare l’onda buona del 2-1 e spedisce dentro Muzzi e Blandino, per dare forze fresche e ulteriore verve. Il City sembra partire bene e infatti al 4’ Fischetti cerca una conclusione che si spegne tra le braccia di Napoli, ma soprattutto al 19’ la percussione di Damiani imbecca Trani, la cui rovesciata non centra lo specchio della porta. Sono colpi che però non vanno a segno, in netto contrasto con il cinismo del Potenza. Sul ribaltamento di campo, infatti, Guaita riceve in area  e sigla il 3-1, rimettendo due gol di distanza tra i suoi e il City.

La terza rete indirizza la gara, anche se nel finale mister Santoni spedisce in campo Turmalaj, provando a dare ulteriore incisività al proprio reparto avanzato. Al 34’ Fischetti ci prova su punizione, mentre al 40’ è proprio Turmalaj a infilarsi bene in area, sparando però alto sopra la traversa.

Finisce 3-1 per il Potenza.


Altre notizie Potenza
Giovedì 25 Maggio 2017
Mercoledì 24 Maggio 2017
Martedì 23 Maggio 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.