Menù Notizie

Il Cosenza non riscatta Tutino ma ci riprova: nuovo prestito con obbligo di riscatto

di Alessandro Tedeschi
per Parmalive.com
www.imagephotoagency.it
www.imagephotoagency.it

Ancora poco tempo, fino a domani, poi il Cosenza perderà il diritto di riscatto su Gennaro Tutino che, arrivato in Calabria dal Parma, ha fatto faville segnando 20 gol in campionato e trascinando i lupi - di cui è divenuto miglior bomber stagionale di sempre - alla salvezza. L'Empoli, dove approderà proprio l'ex Direttore Sportivo del Cosenza Roberto Gemmi, sta monitorando l'evolversi della situazione, con l'idea di non farsi sfuggire il giocatore per il quale ha già tentato un'accelerata.

Ma ecco che, come si legge su cosenzapost.it, il club calabrese ha intenzione di rilanciare: l'idea del neo Direttore Generale Giuseppe Ursino, che opererà con il Direttore Sportivo Gennaro Delvecchio, è quella di imbastire una nuova trattativa con il club ducale per rimodulare il prestito, cambiando magari la formula e definendosi disposto anche a cifre superiori a quelle attuali. Si parla quindi di obbligo di riscatto, che verrebbe fissato a più di 2.5 milioni. Essendo però in scadenza nel 2025, Tutino dovrebbe prima rinnovare con gli emiliani.

Stante ciò, il Parma potrebbe temporeggiare e magari discutere maggiormente con il Cosenza, preferendo non andare a rinforzare una possibile diretta concorrente alla salvezza in Serie A. Ma tanto dipenderà anche dalla volontà del calciatore, che vorrebbe evitare comunque di rimanere a Parma, dove non si è mai sentito realmente valorizzato. Ore quindi frenetiche, che potrebbero protrarsi anche oltre il previsto.


Altre notizie Parma
Giovedì 18 Luglio 2024
Mercoledì 17 Luglio 2024