Menù Notizie

PL - Giandebiaggi: "Il Parma resta una squadra in salute. Cyprien è stato il giocatore con più continuità"

di Donatella Todisco
per Parmalive.com

Ancora un pareggio, il secondo consecutivo, per il Parma in campionato. La squadra crociata, rimasta in inferiorità numerica nella ripresa, ha pareggiato 1-1 contro il Cosenza. Nel primo tempo i ducali sono andati in vantaggio grazie al gol di Cyprien, ma i calabresi hanno risposto con la rete di Camporese. Abbiamo contattato Marco Giandebiaggi, ex centrocampista di entrambe le squadre, per fare una considerazione sulla gara disputata al Tardini ieri sera. Ecco le sue parole ai microfoni diParmalive.com.

Il Parma ha pareggiato 1-1 contro il Cosenza. Occorre vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?
"La partita di ieri sera tra Parma e Cosenza è stata a corrente alternata. La squadra crociata  è andata in vantaggio ma non è riuscita a gestire il risultato. La compagine rossoblu ha avuto più occasioni e ha messo in difficoltà la squadra di Pecchia. Complessivamente, nelle ultime due partite, la compagine ducale non è stata brillantissima. Ad ogni modo ieri sera, dopo i primi dieci minuti della ripresa, c'è stata una reazione del Parma, i ducali hanno preso un pò di predominio fino all'espulsione di Balogh. Questo episodio ha rallentato il collettivo crociato. Al contempo, nonostante il Parma stesse giocando con un uomo in meno, c'è stato un sussulto con la traversa centrata da Man. A livello di occasioni create e a tratti sotto il profilo del gioco, ieri il Cosenza è stato superiore al Parma. Io vedrei il bicchiere mezzo pieno".

Cyprien ha sbloccato la gara con uno splendido gol dalla distanza. Cosa ne pensa del centrocampista crociato?
"Da quando è rientrato, Cyprien ha sempre fatto buone prestazioni con due gol importanti. Ieri il francese è riuscito a sbloccare subito il match. Nell'arco dell'intera partita contro il Cosenza il centrocampista crociato mi è sembrato il migliore della squadra crociata a livello di continuità. Lui ha dato dimostrazione di stare bene in questo Parma, il francese è anche una valida alternativa per il mister".

Nel finale Man ha avuto un'occasione clamorosa per segnare ma la sua conclusione ha colpito la traversa. Secondo Lei il rumeno è in un periodo di flessione?
"Man dà sempre il suo contributo, non si può parlare di periodo di flessione. Tra la partita di Como e quella di ieri sera contro il Cosenza, il rumeno ha sprecato delle occasioni che di solito lui non spreca. Man ha trascinato il Parma per tutta la stagione e continuerà a farlo. In queste due ultime partite probabilmente i campi pesanti lo avranno penalizzato: lui ha avuto delle occasioni ma non le ha concretizzate. Non direi che Man stia avendo un periodo di flessione. Si tratta solamente di occasioni che lui non ha sfruttato. Speriamo che nelle prossime gare il giocatore possa tornare a realizzare quei gol che serviranno per raggiungere la promozione".

Secondo Lei quali sono gli aspetti positivi del Parma e quali quelli da migliorare?
"Tra gli aspetti positivi inserirei le partenze sprint della squadra crociata che sono una costante di questo campionato. Importante è anche il fatto che il Parma, sebbene cambi quattro-cinque undicesimi, dà sempre risposte positive. Tutti i giocatori della rosa ducale hanno dato il proprio contributo. Tra gli aspetti negativi, invece, inserirei i cali di tensione nell'arco della partita e la fase difensiva. A volte si prendono dei gol evitabili, al contempo è anche vero che nell'arco dell'intero campionato la squadra ducale ha concesso poco agli avversari. Ad ogni modo il Parma è primo in classifica, si tratterebbe di trovare delle soluzioni a "problemi" che in realtà non esistono". Io credo che il Parma sia sulla strada giusta. In queste due ultime partite i crociati hanno raccolto due punti, che avrebbero potuto avere un valore inferiore. Occorre prenderne atto, farne tesoro e guardare al futuro".

Il prossimo avversario del Parma sarà la Ternana. Che gara ci sarà al Liberati sabato 1 marzo?
"Sarà importante recuperare un pò di acciaccati. Bernabé è importantissimo nell'economia della squadra crociata. Lo spagnolo, insieme a Man, è il giocatore più talentuoso all'interno della rosa ducale. Importanti sono anche Estevez e Sohm, ma Bernabé è fondamentale. Ad ogni modo penso che il Parma sia una squadra in salute. Andremo fiduciosi verso la gara di Terni, poi ci sarà la sfida casalinga contro il Brescia e la gara esterna contro la Feralpisalò, prima della pausa in cui ricaricare le energie".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA


Altre notizie Parma
Martedì 16 Aprile 2024