EDITORIALE - HARAKIRI ROSSONERO. ANCORA ALCUNE SCELTE DISCUTIBILI. SOMMARIVA? CONTINUA A DELUDERE...

di LUCA Esposito
EDITORIALE - HARAKIRI ROSSONERO. ANCORA ALCUNE SCELTE DISCUTIBILI. SOMMARIVA? CONTINUA A DELUDERE...

I tifosi della Nocerina non possono essere soddisfatti del pareggio della loro squadra con il Nardò. I molossi sono al terzo posto nel girone H della Serie D e rischiano di dover dire addio al sogno della promozione diretta in Lega Pro. Negli ultimi trenta minuti tra l'altro le due squadre al San Francesco hanno giocato conoscendo già il risultato finale della capolista Trastevere, che aveva pareggiato 2-2 con l'Agropoli, e probabilmente la squadra di Simonelli ha perduto un'occasione per poter ridurre le distanze dal primo posto. I punti di distacco della Nocerina dal Trastevere rimangono sette, e i molossi sono stati anche scavalcati dal Bisceglie. 

Al di là del risultato finale che non è stato una sconfitta, ciò che preoccupa di più i sostenitori rossoneri è il fatto che la loro squadra vista oggi sia mancata di concretezza e di carattere contro un Nardò che andava affrontato con più concentrazione e con più combattività. E si è ripetuto anche lo stesso errore commesso di sette giorni prima a Potenza: in pratica la compagine di Simonelli non è stata abile a tenere il risultato. Tutto ciò è sinonimo forse di poca personalità da parte di alcuni giocatori. 

Il lavoro di mister Simonelli in alcuni aspetti si vede, però permettetemi di dissentire ancora alcune scelte operate dal tecnico di Saviano. Non mi sono piaciute alcune mosse come quando, già sul 2-2, il mister ha deciso di togliere dal campo Alvino e Girardi, i quali sono comunque in grado di inventare la giocata in ogni momento della gara. Fossi stato al posto del mister, nel finale di gara avrei anche potuto giocare con due attaccanti centrali, magari De Iulis e lo stesso Girardi, affiancati da Siclari a destra e Alvino a sinistra. Fella sarebbe stato più utile nel centrocampo a tre per dare più qualità, insieme a Gargiulo e Navas, sacrificando all'occorrenza Aliperta e anche uno dei tre difensori: c'era poco da difendere in quel momento. Chissà, forse con la batteria di attaccanti in campo per tentare l'arrembaggio contro un Nardò sempre molto abbottonato, e il risultato sarebbe potuto essere anche favorevole ai molossi.

A questo punto la controprova non si può avere, ma ciò che voglio dire è che probabilmente sarebbe stato più audace tentare anche di vincere, rischiando parecchio, ma avendo comunque più giocatori potenzialmente in grado di fare gol. Avrei tolto Cuomo per l'attaccante De Iulis e lasciato la difesa a 3. Avrei cambiato modulo in corsa. Un’altra nota stonata in un pomeriggio da dimenticare è il giovane portiere, scuola Genoa, Sommariva. Un’altra prestazione incolore per il pipelet rossonero, apparso ancora una volta indeciso tra i pali. In sintesi, altri punti sono stati buttati alle ortiche. Non è ancora finita, però con il pareggio di ieri è diventato più difficile l'obiettivo promozione. 


Altre notizie Nocerina
Lunedì 24 Luglio 2017
Domenica 23 Luglio 2017
Sabato 22 Luglio 2017
Venerdì 21 Luglio 2017
Giovedì 20 Luglio 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.