Menù Notizie

TMW - Eintracht, Trapp: "Il giorno più bello della mia carriera. Ho studiato i rigori"

di Andrea Losapio
Foto
Il portiere dell'Eintracht Francoforte, Kevin Trapp, ha parlato al termine della sfida vinta contro i Rangers, che ha dato l'Europa League ai tedeschi. “Non ho parole per questo, le sto cercando ma non è possibile. Ci possiamo presentare con un trofeo dopo 42 anni, è il giorno migliore della mia carriera. Sono così orgoglioso della squadra, eravamo 1-0 per loro, molti giocatori avevano i crampi. Non ho parole per avere vinto un trofeo internazionale. Sembra così irrealistico di andare a casa con un trofeo. La verità è che ho studiato i rigori, ma alla fine ci è voluto un po’ di istinto”.

Sulla parata. Sono stato fortunato, poteva calciare magari più alto. Sapevamo che questo poteva essere un pugno fortunato. Ho questo feeling perché i miei compagni sentivano di volere vincere. Abbiamo perso contro il Chelsea ai rigori, ma questa volta meritavamo, abbiamo messo del lavoro per questo”.

Su Borré. “Ho cercato di aiutarlo, ma ha fatto davvero bene, si è integrato facilmente. Parla poco inglese, è molto importante per noi, ha segnato molti gol importanti. Abbiamo un grande spirito di squadra, ed è il motivo per cui si è integrato”.

Sulla Champions League. “Ho parlato di karma, prima. Un anno fa è stato veramente deludente non arrivare in Champions League, invece ora abbiamo vinto un titolo. È fantastico, possiamo giocare in Champions, per la prima volta ho vinto un trofeo, possiamo giocare una Supercoppa contro Liverpool o Real Madrid. Servirà tempo per capire”.
Altre notizie Milan
Lunedì 27 Giugno 2022
Domenica 26 Giugno 2022