Menù Notizie

Un anno fa zittì il Maradona, giovedì missione all'Olimpico: RL10 x semifinale europea

di Francesco Finulli
per Milannews.it
www.imagephotoagency.it
www.imagephotoagency.it

Il 18 aprile è una data importante: è questo giovedì, fra due giorni, quando il Milan scenderà in campo all'Olimpico contro la Roma per ribaltare il quarto di finale di andata perso giovedì scorso a San Siro con il risultato di 1-0. Il Diavolo si presenterà nella Capitale con l'obiettivo di raggiungere la semifinale di Europa League e inseguire l'unica possibilità di chiudere con un trofeo in questa stagione. Il 18 aprile dell'anno scorso, il Milan pareggiava stoicamente al Maradona di Napoli e si qualificava alla semifinale di Champions League. Il protagonista, fra i tanti, fu Rafael Leao. Anche a Roma, una anno dopo, serve vedere lo stesso film.

Silenzio al Maradona

Il mese di aprile di un anno fa fu probabilmente il più positivo di tutta la stagione rossonera. Il Diavolo riuscì nell'impresa di non perdere mai in tre partite contro il Napoli, dominatore assoluto del campionato, nel giro di pochissimi giorni. La prima gara fu il 2 aprile, in Serie A: i rossoneri avevano già formalmente abdicato il titolo di campioni in favore della squadra di Spalletti ma scesero in campo e dominarono i dominatori. Protagonisti assoluti Brahim Diaz e soprattutto Rafael Leao: il portoghese siglò due gol bellissimi e non fu mai preso dalla difesa azzurra. Un copione che si sarebbe ripetuto sia il 12 che il 18 aprile, in Champions. Il Milan riuscì nell'impresa di eliminare i favoriti, vincendo in casa con gol di Bennacer, propiziato sempre da una giocata di Leao, e pareggiando una settimana dopo al Maradona. A Napoli, nel tempio dedicato al più grande della storia, Leao zittì il pubblico avversario con una cavalcata che spaccò in due Napoli: in area di rigore Rafa appoggiò per Giroud che non potè sbagliare il più facile dei gol. Una rete già entrata nella storia del Milan e che consacrò Leao come trascinatore rossonero

RL10 x semifinale europea

Oggi, tutto è diverso ma alcune cose sono simili. Una è la stessa: Rafael Leao sulla fascia sinistra, pronto a incidere e pronto a collaborare per raggiungere un'altra semifinale europea. Il Milan è reduce da una sconfitta nella gara di andata dei quarti di finale di Europa League contro la Roma: cinque giorni fa i giallorossi hanno vinto 1-0 a San Siro. Il risultato, sulla carta, non è impossibile da ribaltare ma il Diavolo si troverà nell'arena avversaria, un Olimpico bollente, contro un avversario che sta bene, specialmente a livello mentale. Ed eccole qua alcune similitudini. Dopo una prestazione sotto tono nel primo atto, Rafael Leao è chiamato a fare la differenza e a trascinare il Milan in una semifinale europea per il secondo anno consecutivo. De Rossi lo ha ingabbiato nella prima gara e probabilmente lo rifarà anche giovedì: starà alla bravura e alla fame del numero 10 riuscire a liberarsi ed essere decisivo. In generale servirà una prova corale di tutto lo staff tecnico e di tutta la squadra rossonera, apparsa scarica nel round giocato a San Siro: ma se c'è bisogno di eleggere un capo popolo per Leao può essere l'occasione per dimostrare di aver fatto il definitivo salto di qualità.


Altre notizie Milan
Lunedì 27 Maggio 2024