Menù Notizie

Borghi torna a parlare di Monza-Milan: "Il problema non è stato il turnover, ma il ritmo incredibilmente basso che il Milan ha avuto"

di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it
Foto

Nel corso del consueto appuntamento con il podcast di Cronache di Spogliatoio 'Taconazo', il giornalista Stefano Borghi è tornato a parlare della disfatta del Milan in quel di Monza, analizzando l'aspetto che in lui ha provocato più perplessità, che a differenza di molti altri colleghi non è stato il turnover. Queste le sue dichiarazioni. 

"Il tema della turnazione è un po' antico per Pioli. Qua cambia il tridente più Reijnders. Secondo me c'erano anche delle necessità. Giroud non poteva giocare titolare la partita contro il Monza, Pulisic, che ha fatto un secondo tempo buonissimo, aveva dato una sensazione di calo nelle prime partite del 2024, visto che non aveva ancora trovato la porta. In più Jovic ed Okafor venivano da dimostrazioni significative date le ultime aprtite, quindi meritavano anche la titolarità Reijnders era il giocatore con il maggior minutaggio nel Milan, adesso lo è Theo, ma ha giocato tanto, tantissimo. Ci sta farlo rifiatare un pochino. Non mi sono sbigottito più di tanto per questa turnazione. La cosa che ha creato maggiore perplessità nel primo tempo del Milan a Monza è stato il ritmo incredibilmente basso che la squadra di Stefano Pioli ha avuto".


Altre notizie Milan
Domenica 21 Aprile 2024