Vincere aiuta a vincere: Matera, ripartire anche in campionato ora

di Roberto Chito

Ripartire dalla qualificazione alla finale di Coppa Italia per poter ritrovare il giusto mordente anche in campionato. Il Matera vuole ripartire subito. E il match contro la Reggina è la prima occasione per farlo. La formazione di Auteri, vuole mettersi alle spalle il momentaccio che sta attraversando in campionato. Una serie di errori commessi a ripetizione hanno influito davvero molto sulle cinque sconfitte consecutive. Se poi ci aggiungiamo tutti i problemi derivanti da squalifiche, indisponibili vari e infortunati, la situazione non è delle migliori.

Ma il Matera deve ripartire, soprattutto da quella reazione nervosa vista ad Ancona. Nella ripresa, infatti, i biancoazzurri hanno ripreso in mano la partita, mettendo a segno il gol che ha di fatto sancito il passaggio alla finale. Il Matera, in quell’occasione, non ci stava a perdere. E proprio per questo, i biancoazzurri hanno messo in cascina anche la rete del due a due. Bisogna ripartire da qui, da una reazione che è piaciuta ai tifosi e soprattutto al tecnico Auteri. Infatti, il trainer di Floridia, nelle ultime due partite aveva sottolineato il fatto che la sua squadra mollava dopo essere passata in svantaggio. Lo aveva fatto contro il Siracusa, sullo 0-2, per poi subire una clamorosa goleada davanti ai propri tifosi. E lo ha fatto anche a Catanzaro, soprattutto dopo la rete del pareggio messa a segno da Lanini. Una serie di errori: prima una punizione, poi un rigore, entrambi regalati agli avversari. I cosiddetti pacchi regolo che il tecnico siciliano ha detto nel post Catanzaro.

E altri pacchi regalo sono stati regalati anche all’Ancona mercoledì pomeriggio. Ma si sa, dagli errori si impara e il Matera, per questo, deve cercare di mettersi alle spalle questo momentaccio, o crisi e non commettere più tali ingenuità. Dopo aver conquistato la finale di Coppa Italia, e blindato la qualificazione alla seconda fase dei play off, sempre se il Venezia vinca il proprio campionato, bisogna pensare al mantenimento del terzo posto. Infatti, al momento sembra davvero difficile poter andare a riprendere la coppia formata da Lecce e Foggia che si giocherà il primato fino all’ultima giornata. Il Matera, però, deve anche guardarsi alle spalle per poter difendere la terza piazza. C’è la Juve Stabia a pari punti e soprattutto la Virtus Francavilla a meno uno.

Ovviamente, è un discorso fatto per poter terminare al meglio un campionato cominciato nel migliore dei modi, dove nell’ultimo periodo si è un po’ persa la bussola. Con la speranza che da domenica pomeriggio in poi, i biancoazzurri non confezionino più pacchi regali per gli avversari. I tifosi materani, infatti sperano di poter rivedere quella squadra cattiva e incisiva, pronta a riprendere un cammino, per poter arrivare al meglio alla doppia finale contro il Venezia. Come si suol dire: vincere aiuta a vincere, e il Matera deve ricominciare questo importante discorso.


Altre notizie Matera
Mercoledì 24 Maggio 2017
Martedì 23 Maggio 2017
Lunedì 22 Maggio 2017
Domenica 21 Maggio 2017
Sabato 20 Maggio 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.