Trentaquattro allenatori esonerati posson bastare? Probabilmente no

di Luca Bargellini
Trentaquattro allenatori esonerati posson bastare? Probabilmente no
Dica trentatré, mia cara Lega Pro. Anzi, facciamo trentaquattro. Con gli allontanamenti di William Viali dalla panchina del SudTirol e Gaetano Fontana da quella della Juve Stabia, infatti, è questo il numero degli allenatori esonerati dall'inizio della stagione. Un conteggio che sale se aggiungiamo le dimissioni e rescissioni ma che già da solo basta a definire come il cambio di tecnico rimane una malattia tutta italiana. Acori, Apolloni, Asta, Brini, Bertotto, Colella, Colucci, Cornacchini, Costantini, Cusatis, D'Angelo, De Paola, De Zerbi, Di Michele, Erra, Filippini, Marra, Maurizi, Mignani, Nofri, Pagliari, Papagni Pavan, Prina, Remondina, Roselli, Somma, Zanin, Zauli (2 volte) e Zavattieri sono i colleghi di Viali e Fontana ad essere stati allontanati finora. Un numero mostre che racconta anche la complessità della vecchia Serie C. Grandi o piccole, società gloriose o nuove leve poco importa: l'esonero può colpire chiunque. E non esiste vaccino perché spesso neanche i risultati salvano più la panchina.
Altre notizie Livorno
Domenica 30 Aprile 2017
Sabato 29 Aprile 2017
Venerdì 28 Aprile 2017
Mercoledì 26 Aprile 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.