Menù Notizie

Sala stampa. Bisoli: “Le vittorie così sofferte sono le più belle”

di Chiara Lucchesi
Sala stampa. Bisoli: “Le vittorie così sofferte sono le più belle”

Livorno - Dalle pagine di Pianetagrigiorosso.com apprendiamo le parole del tecnico della Cremonese al temine della sfida in cui i Lombardi hanno allontanato lo spettro retrocessione battendo il Livorno con una reta nei minuti di recupero e condannando così i toscani alla retrocessione in serie C. Pierpaolo Bisoli, tecnico dei grigiorossi, ha dichiarato: "Oggi i tifosi avranno patito le pene dell’inferno ma queste vittorie danno gioia e morale, riavvicinando al calcio anche i tifosi che si sono allontanati. Questi risultati fanno sì che i ragazzi si compattino, quando sono sofferte sono ancora più belle, e con la sofferenza otterremo grandi risultati. La squadra ha fatto una gara intelligente, sono arrabbiato perché abbiamo giocato un po’ troppo puliti. Oggi Ravaglia non si è nemmeno sporcato i guanti. Non dimentichiamoci che prima di Frosinone eravamo terzultimi".

Uno degli aspetti più positivi che ha saputo cogliere il tecnico è lo spirito messo in campo dalla sua squadra: "A differenza di prima adesso abbiamo carattere, attributi e voglia di ribaltare le avversità. Passiamo dalle pene dell’inferno al paradiso in una frazione di secondo, ma vogliamo dimostrare che i sei mesi precedenti sono stati solamente un momento particolare. Le sconfitte con Benevento e Cosenza potevano buttarci giù di morale, invece i ragazzi si sono rimboccati le maniche e oggi abbiamo vinto da squadra senza mollare mai. Oggi non era facile, il Livorno non ci ha regalato niente e ci siamo sudati la vittoria, anche se dovevamo chiuderla prima".

Una gara risolta da un tiro della distanza. Non una casualità, stando alle parole di Bisoli: "Li proviamo spesso in allenamento e abbiamo tiratori importanti. I vecchietti sono importanti perché aiutano a creare un obiettivo comune, che noi abbiamo. Vogliamo riscattare sei mesi di delusioni e penso che la squadra rappresenti Cremona, che soffre ma vuole risorgere. Abbiamo cercato la vittoria fino alla fine, raggiungendo tante squadre e aggiungendole al calderone della classifica".

Stasera la Cremonese ha dovuto rinunciare a Crescenzi, che ne avrà ancora per un po': "Lo perderemo anche per le prossime due partite, mentre Zortea non l’ho messo dall’inizio perché era affaticato. Fortunatamente non abbiamo infortuni, ma con il lavoro supereremo anche questo. Domani e domenica ci alleneremo per cercare di ottenere un altro risultato contro una squadra che lotta per un obiettivo diverso. Ma noi ci siamo: oggi non era facile e scontato come si diceva".


Altre notizie Livorno
Venerdì 07 Agosto 2020
Giovedì 06 Agosto 2020
Mercoledì 05 Agosto 2020
Martedì 04 Agosto 2020