Menù Notizie

Parte l'estate e il calciomercato entra nel vivo

di Carlo Grandi
Parte l\'estate e il calciomercato entra nel vivo

Livorno - Eccoci arrivati ai primi caldi estivi, fra pochi giorni l'estate spalancherà le sue porte e il Livorno calcio per la prima volta dopo qualche anno sembra già aver posto le basi per un progetto a medio- lungo termine. L'acquisizione dei terreni per la costruzione del centro sportivo fa pensare ad una volontà della proprietà di programmare e di farlo con oculatezza pensando in grande. 

Qualcuno potrebbe storcere la bocca dopo le ultime stagioni tormentate, ma il cambio di atteggiamento della proprietà c'è effettivamente stato; è finita la stagione delle riunioni a Genova a caccia di certezze, il Livorno si è risistemato tornando al vecchio per guardare avanti. 

Il direttore sportivo (rectius generale) sarà Nelso Ricci, a cui dobbiamo alcune delle nostre migliori stagioni e il merito di aver portato a Livorno giocatori di valore internazionale, coadiuvato da Elio Signorelli. Sul secondo i dubbi si sprecano, è ben noto che è un uomo di fiducia della famiglia Spinelli ma ancora deve mostrare il suo valore in sede di mercato.  L'aver salutato Facci dopo due stagioni può essere stata una scelta saggia, al di là di quello che è successo a Genova e che a noi non è dato sapere, l'ex ds del Latina in 2 anni a Livorno non ha lasciato il segno. 

La vera novità, e questo è stato caso rarissimo nella gestione Spinelli, è la doppia veste di direttore tecnico-allenatore affidata a Roberto Breda. L'artefice del miracolo-salvezza dello scorso anno avrà voce in capitolo sul mercato e dirigerà le operazioni assieme ai due ds. Questa è la vera garanzia di un progetto teso a dare stabilità alla compagine amaranto. 

Sul fronte mercato vero e proprio, siamo ancora alla fase delle voci; sembra (perchè il condizionale è d'obbligo al momento) che Marsura sia in procinto di vestire la casacca amaranto, come che il tecnico ex Perugia potrà contare sull'asse Valiani-Diamanti per la prossima stagione; vicino al rinnovo pure Raicevic, mentre oggetto dei desideri di mezza serie A è il difensore Bogdan

Sul resto tante le suggestioni; il centrocampista del Foggia Kragl, come Falletti ex Palermo, Bonazzoli Mbakogu ex Padova.

Quello che non sentiamo ancora nominare è il prospetto un centravanti di categoria, un tipo di giocatore su cui costruire le fortune offensive di una squadra che l'anno scorso ha segnato col contagocce. Il Livorno ha bisogno del suo centravanti, elemento imprescindibile per fare il salto di qualità e che ha di fatto caratterizzato la storia recente amaranto, da Protti a Lucarelli, da Tavano a Paulinho per finire con Vantaggiato.  

Prima si chiude per un giocatore con queste caratteristiche prima il mercato del Livorno potrà andare in discesa e si potrà interessare su questioni minori. Completare la squadra è d'obbligo, come è peccato mortale non affiancare al talento di Diamanti un degno finalizzatore.


Altre notizie Livorno
Giovedì 22 Agosto 2019
Mercoledì 21 Agosto 2019
Martedì 20 Agosto 2019