Ancona, De Patre: "Con questo atteggiamento possiamo invertire la rotta. Ho visto una squadra viva"

di Stefano Scarpetti
De Patre Ancona
De Patre Ancona

Non è stato positivo l'esordio sulla panchina dell'Ancona per il tecnico Tiziano De Patre, infatti il Pordenone si è imposto per 0-2 al "Del Conero", infliggendo ai biancorossi la quarta sconfitta consecutiva. Il tecnico analizza la prestazione della squadra attraverso i canali ufficiali del club marchigiano:

“Ho visto una squadra viva con lo spirito giusto fin dal mio arrivo, mi dispiace per i ragazzi perché un altro tipo di risultato ti dà autostima e permette di lavorare con maggiore serenità. Affrontavamo una squadra di grande valore come il Pordenone, composta da un organico di prim'ordine, in grado di giocare un buon calcio. Noi abbiamo giocato alla pari con il nostro avversario, con la differenza che loro hanno segnato approfittando di alcune nostre lacune, mentre noi abbiamo sprecato occasioni in maniera incredibile. Tuttavia giocando così possiamo invertire la rotta, in questo finale non affronteremo avversari di questo calibro”,

Durante la gara con i friuliani si sono sentiti nitidamente al "Del Conero" fischi all'indirizzo di alcuni calciatori biancorossi. “I tifosi hanno sempre ragione e noi bisogna saperli accettare. I giocatori devono avere il carattere e la personalità di superare queste difficoltà e fare in modo di farli ricredere”.

Sulla decisione di far calciare il rigore a Voltan questa è la sua valutazione: “Nella rifinitura non ho visto rigoristi, quindi la mia scelta è ricaduta su Voltan, visto che ha un buon calcio. Frediani aveva sbagliato già un rigore ed ho preferito non rischiarlo, perché un ulteriore errore avrebbe potuto pesare troppo sul morale del calciatore.”


Altre notizie Lega Pro
Giovedì 27 Aprile 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.