Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 20 marzo

di Marco Frattino
Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 20 marzo
JUVE: IL BARCELLONA SU ALLEGRI, PARATICI LO BLOCCA A TORINO. MILAN: DONNARUMMA VUOLE RESTARE. INTER: SUNING CONTINUA A SEGUIRE CONTE E SIMEONE. FIORENTINA: KALINIC E BADELJ POSSONO SALUTARE. ATALANTA: LA ROMA RESTA SU KESSIE'. UDINESE: ZAPATA SPERA NELLA PERMANENZA. PALERMO: LOPEZ CONFERMATO IN PANCHINA. SASSUOLO: DI FRANCESCO PARLA DEL FUTURO - In casa Juventus si continua a parlare del futuro di Allegri. Secondo Premium Sport, il Barcellona starebbe tentando il tecnico bianconero. Il club blaugrana avrebbe proposto un triennale all'attuale allenatore della Juventus per prendere il posto di Luis Enrique nell'anno che verrà. Un accordo da 8 milioni a stagione, ci sarebbe già stato un incontro tra le parti. Quello che avrebbe avvicinato sensibilmente il tecnico toscano al Barça sarebbe avvenuto tra martedì 21 e mercoledì 22 febbraio a Oporto, vigilia di Porto-Juve, match vinto dai bianconeri per 2-0. Paratici, ds bianconero, ha bloccato Allegri in occasione del Premio Scopigno. "Siamo contentissimi di lui, ha avuto grandi risultati con noi. È tra i migliori tecnici del mondo, siamo contenti di continuare con Allegri. Anzi, stracontenti. È una grande persona e tecnico, non abbiamo nessun dubbio sul mister. Abbiamo tutte le intenzioni di andare avanti con lui”, le parole del dirigente juventino. Intanto il Monaco segue Matheus Pereira, mentre la Vecchia Signora continua a tenere d'occhio Bakayoko. Punto sul Milan. Donnarumma ha detto sul suo futuro: “Spero di restare perché sono milanista. Per il rinnovo ci penserà il mio procuratore (Mino Raiola, ndr)". Parole chiare, ora la palla passa alla società rossonera che è in attesa degli sviluppi del closing. L'obiettivo è quello di prolungare il contratto in scadenza a giugno 2018 e respingere l'interesse della Juve e delle altre big d'Europa.  L'Inter trova spazio sulle pagine di Tuttosport. La difficoltà dei nerazzurri di vincere contro le medio-grandi complica il futuro di Pioli, che tra l'altro vede sfumare così il sogno di rincorsa per quanto riguarda il terzo posto. Suning manda messaggi di fiducia, ma nel frattempo continua a corteggiare a distanza sia Conte che Simeone, per un progetto di rilancio che potrebbe vedere l'addio dell'ex tecnico della Lazio. L'Inter torna con forza su Nelson Semedo, terzino in forza al Benfica. A riportarlo è il quotidiano lusitano O Jogo, che spiega come i nerazzurri, dopo le voci dei mesi scorsi, siano ancora forti sul difensore. La concorrenza però è forte, soprattutto dalla Premier dove il Manchester United. Capitolo Fiorentina. La Nazione dedica spazio al futuro di Kalinic, sottolineando come la società vorrebbe puntare sul classico ’non è in vendita’, ma quanto accaduto a gennaio (con il no al trasferimento dorato in Cina), sembra mettere il croato in una posizione di forza. Infine il caso Badelj. Dopo troppi mesi di messaggi cifrati (del giocatore), atteggiamenti polemici (il procuratore del croato) e prese di posizione rigide (Corvino), è arrivato il momento di risolvere - un modo o nell’altro - la questione. Il rischio soprattutto per la Fiorentina è di andare incontro allo svincolo del centrocampista (contratto in scadenza nel giugno 2018) con la conseguenza di perdere il calciatore a zero euro già a partire dalla fine del prossimo mercato d’inverno. Punto sull'Atalanta. Luca Percassi, amministratore delegato della Dea, ha parlato a Radio Uno del futuro dei gioielli del club orobico: "Resistere alle richieste per Kessié e Gomez? E' normale che ci siano tante richieste per loro. Però una squadra così giovane, come quella che è scesa in campo ieri, è inevitabile che attiri le attenzioni degli addetti ai lavori. Kessié vicino alla Roma? Diciamo che è molto, molto interessata perché vedono in lui un giocatore molto polivalente. Ci sta che una squadra così importante sia così interessante". Capitolo Udinese. Duvan Zapata, attaccante arrivato in prestito dal Napoli, ha parlato in seguito alla vittoria ottenuta contro il Palermo: "Futuro? Tutto dipende da cosa farà la società, se mi compra io resto qui volentieri. Purtroppo l'Udinese non ha il diritto di riscatto, mi spiace molto che non mi abbiamo acquistato subito. Ora però è ancora presto per parlare di mercato". Appunti sparsi. Baccaglini ha confermato Lopez sulla panchina del Palermo, il WBA è forte sul difensore Skriniar della Sampdoria. Il West Ham segue Verdi del Bologna, la Roma insegue Dolberg dell'Ajax ma c'è grande concorrenza per l'attaccante. Intanto Di Francesco, in occasione del Premio Scopigno, ha parlato del suo futuro: "Nella mia testa c'è solo il Sassuolo. Nel mio contratto c'è una clausola rescissoria, ma c'è anche un gentlement agreement per salutarsi prima. Tra due o tre settimane incontrerò il club e decideremo il nostro futuro". BARCELLONA: DUE NOMI PER IL DOPO INIESTA, NEYMAR APRE ALLA PREMIER. ARSENAL: TUCHEL PER IL DOPO WENGER - Il Barcellona segue Verratti o Coutinho per il dopo Iniesta, Neymar ha invece aperto a un futuro in Premier League. Sigurdsson dello Swansea il possibile sostituto di Lukaku all'Everton, l'Arsenal ha avuto contatti con Tuchel per l'eventuale sostituzione di Wenger. E' vicino il colpo Dahoud per il Borussia Dortmund.
Altre notizie Juventus
Domenica 30 Aprile 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.