Menù Notizie

Potenza, Caiata sulla riforma: "Stop improvviso. Non vorrei contassero più certi equilibri politici"

di Tommaso Maschio
Potenza, Caiata sulla riforma: "Stop improvviso. Non vorrei contassero più certi equilibri politici"
Il presidente del Potenza Salvatore Caiata ha parlato ai microfoni di Antenna Sud della situazione che sta vivendo la Serie C e della riforma dei campionati: “Nessuno dice che con un giocatore positivo salta tutto e che per noi, che stiamo investendo su tamponi e test, ci sarebbe il danno oltre la beffa. A mio avviso era più logico far ripartire il campionato e terminarlo: in quel modo, nessun presidente avrebbe avuto modo di recriminare. - continua Caiata – Dobbiamo avere il coraggio di dire che la Serie C a sessanta squadre non può essere professionistica, in qualunque altro paese europeo sessanta squadre sono quelle di tutto il calcio professionistico, non di una sola serie. Mi sembra strano che questa riforma, della quale Gravina era fautore, si sia fermata improvvisamente. Forse sono più importanti determinati equilibri politici piuttosto che l'intero sistema e la sua salvaguardia”.
Altre notizie Inter
Giovedì 01 Ottobre 2020