Menù Notizie

Lorenzo Insigne, lo scugnizzo diventato Magnifico grazie al Napoli

di Lorenzo Di Benedetto
Lorenzo Insigne, lo scugnizzo diventato Magnifico grazie al Napoli
Baricentro basso e qualità da vendere, Lorenzo Insigne è, ad oggi, bandiera e giocatore simbolo del Napoli di Aurelio De Laurentiis. Soprannominato dai tifosi 'il Magnifico', nell'ultima stagione il suo rendimento è sembrato al di sotto delle aspettative e le critiche da parte del San Paolo non sono mancate. Tanto che negli ultimi mesi si è spesso parlato di un suo possibile addio alla maglia azzurra. Arrivato al Napoli nel 2006 per poco più di mille euro, da quel momento ha vissuto un'escalation continua e costante che lo ha portato fino alla prima squadra. In Serie A esordisce nel gennaio 2010 grazie a Mazzarri, poi una serie di prestiti che hanno restituito al Napoli un giocatore fatto e finito, pronto per fare la differenza. Cavese, poi Foggia e quindi Pescara, dove con Immobile e Verratti, sotto la guida di Zeman, fece il definitivo salto di qualità. Oggi Insigne è, come detto, oggetto dei desideri di molti club, ma il cuore continua a battere solo per i colori azzurri e chissà che anche questa volta non possa avere ragione sul fattore economico. Nel destino di Insigne però non c'è solo l'azzurro partenopeo, ma anche quello dell'Italia: prima con Conte, poi con Ventura che nei mesi della sua gestione lo aveva messo al centro del progetto tattico. Salvo poi escluderlo, in favore del 4-2-4, nella sconfitta con la Svezia. Infine con Roberto Mancini. In carriera Insigne ha vinto, oltre al campionato di Serie B, una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Oggi Lorenzo Insigne compie 29 anni. Sono nati oggi anche Walter Novellino, Pasquale Iachini, Alexander Manninger, Lukas Podolski e Juan Iturbe.
Altre notizie Inter
Giovedì 01 Ottobre 2020