Fidelis, mister Favarin mette in guardia i suoi: "Il Siracusa è una formazione in salute. Dovremo dare il massimo"

di Nicola Massaro

Secondo scontro diretto consecutivo da non sbagliare. Dopo la sconfitta contro il Cosenza, la Fidelis Andria domenica pomeriggio ospiterà il Siracusa, 6ª forza del campionato. Gli azzurri con l’ultimo insuccesso hanno permesso ai siciliani di staccarsi di 3 punti. Ora con una vittoria avranno la possibilità di riacciuffarli e superarli per via degli scontro diretti (all’andata il match terminò in parità): “È una delle peggiori squadre che potessimo incontrare in questo momento - dichiara Giancarlo Favarin, tecnico dei federiciani -. È una formazione in salute e sta ottenendo risultati importanti. Nelle ultime 4 gare ha sempre vinto. Possono puntare tranquillamente alla conquista del 5° posto. Credo, dunque, che vorrà continuare la striscia positiva. Mi attendo una gara molto complicata. Inoltre abbiamo diverse defezioni: questa situazione di difficoltà ci crea qualche problema maggiore. Confido, comunque, sulla voglia di riscatto dei ragazzi dopo la sconfitta di domenica scorsa. Dovremo disputare la nostra solita partita gagliarda e cercare di dare più del massimo, sperando che sia sufficiente”.

Vincere tale sfida sarà importante per effettuare passi avanti in classifica in chiave spareggi promozione: “Abbiamo la possibilità di qualificarci e disputare i play-off. Arrivati a questo punto dobbiamo anche valorizzare quanto fatto fino ad ora e non sentire più parlare di salvezza. Spero di poter recuperare qualche pedina nel minor tempo possibile, considerando che ci sono diversi diffidati”. Il tecnico, in particolare, dovrà rinunciare ai difensori Colella e Allegrini e al centrocampista Piccinni, infortunati, oltre che all’altro stopper nonché capitano Aya, squalificato per due giornate e alla punta Cianci, appiedato per una sola giornata. Sarà nuovamente tra i convocati l’attaccante brasiliano Sergio Cruz, escluso nell’ultima sfida per scelta tecnica. Il calciatore potrebbe già partire titolare: “Lui ha bisogno di essere stimolato durante la settimana. Deve allenarsi in un certa maniera e quando non lo fa è giusto che stia a casa. Domani potrebbe partire dal primo minuto - conclude l'allenatore - ma la decisione finale sarà presa in mattinata”.

LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DELL'ARTICOLO È CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DI TUTTOFIDELIS.IT E DELL'AUTORE DELL'ARTICOLO COME FONTE, IN BASE ALLA LEGGE N. 633/1941 SUL DIRITTO D'AUTORE. 


Altre notizie Fidelisandria
Mercoledì 26 Aprile 2017
Martedì 25 Aprile 2017
Lunedì 24 Aprile 2017
Domenica 23 Aprile 2017
Sabato 22 Aprile 2017
Venerdì 21 Aprile 2017
Giovedì 20 Aprile 2017
Mercoledì 19 Aprile 2017
Martedì 18 Aprile 2017
Lunedì 17 Aprile 2017
Domenica 16 Aprile 2017
Sabato 15 Aprile 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.