Fidelis, contro il Siracusa occasione per il riscatto immediato. Servirà ritrovare sicurezza in difesa

di Nicola Massaro

Ripartire subito dal secondo scontro diretto utile consecutivo ai fini dei play-off. La Fidelis Andria domenica prossima avrà l’occasione di riscattarsi in un'altra partita fondamentale per centrare l’obiettivo stagionale degli spareggi salvezza e migliorare il 7° posto dello scorso anno. Al Degli Ulivi, difatti, approderà il Siracusa, 6ª forza del campionato. La sconfitta contro il Cosenza, oltre a determinare il sorpasso dei calabresi ora a +2, ha permesso proprio al Siracusa di aumentare di 3 lunghezze il distacco dai federiciani, nel frattempo scalati all’8° posto sempre a 41 punti. La Fidelis, dunque, nel prossimo scontro avrà l’opportunità di riagganciare l’avversario e anche superarlo in graduatoria (considerando che all’andata il match terminò in parità, ndr). 

Una squadra ostica, quella allenata da mister Andrea Sottil. Dopo un avvio difficoltoso, difatti, il Siracusa ha saputo rialzarsi e trovare continuità. Nelle ultime 4 gare la compagine ha vinto due scontri diretti ai fini della salvezza contro Melfi, e Vibonese e, al contempo, ha superato anche due formazioni ben attrezzate come Matera e Fondi. Gli azzurri per rialzarsi dopo l’ultima débâcle dovranno ritrovare sicurezza nel reparto difensivo, privo nelle prossime due giornate di capitan Ramzi Aya. Una squalifica, quest’ultima, rimediata “per comportamento offensivo verso un assistente arbitrale” e sicuramente evitabile. Mister Giancarlo Favarin, qualora non dovesse recuperare uno tra Danilo Colella e Giacinto Allegrini, infortunati, si troverebbe in difficoltà e potrebbe esser costretto ad arretrare Angelo Tartaglia nella retroguardia a 3. 


Altre notizie Fidelisandria
Sabato 22 Luglio 2017
Venerdì 21 Luglio 2017
Giovedì 20 Luglio 2017
Mercoledì 19 Luglio 2017
Martedì 18 Luglio 2017
Lunedì 17 Luglio 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.