Fidelis, Croce parla dopo il goal: "Emozione doppia. Prima rete in casa e decisiva".

di Nicola Massaro

Una marcatura decisiva, la in 5 gare. Antonio Croce, attaccante della Fidelis Andria, dopo la rete messa a segno a Melfi, è tornato al goal contro l’Akragas. Una rete pesante e siglata di testa, su cross di capitan Ramzi Aya, che ha permesso al club federiciano di ritrovare il successo e conquistare nuovamente un posto in piena zona play-off: “È stata una doppia emozione - dichiara il calciatore -. Si tratta della prima rete in casa che, inoltre, è valsa una vittoria. Sentire il boato per la marcatura siglata a pochi minuti dal termine della gara è stato qualcosa di stupendo”.

Il goal è stato segnato all’89esimo minuto. La squadra andriese, difatti, ha provato con insistenza tra primo e secondo tempo a battere l’estremo difensore avversario Stefano Addario. L’Akragas, tuttavia, ha impostato la gara sulle ripartenze, difendendosi con ben 8 uomini: “Abbiamo avuto difficoltà a scardinare la retroguardia dei siciliani - prosegue la punta -. Loro hanno ci hanno affrontato in fase difensiva con 5 uomini, più 3 centrocampisti. Non è stato facile. Alla fine, però, ciò che conta è l’aver conquistato i 3 punti. Prima del match eravamo consci delle difficoltà del match e sapevamo che lo stesso si sarebbe potuto sbloccare anche negli ultimi minuti e - conclude Croce - così è avvenuto”. 

LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DELL'ARTICOLO È CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DI TUTTOFIDELIS.IT E DELL'AUTORE DELL'ARTICOLO COME FONTE, IN BASE ALLA LEGGE N. 633/1941 SUL DIRITTO D'AUTORE. 


Altre notizie Fidelisandria
Mercoledì 24 Maggio 2017
Martedì 23 Maggio 2017
Lunedì 22 Maggio 2017
Domenica 21 Maggio 2017
Sabato 20 Maggio 2017
Venerdì 19 Maggio 2017
Giovedì 18 Maggio 2017
Mercoledì 17 Maggio 2017
Martedì 16 Maggio 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.