...con Stroppa

di Alessio Alaimo
...con Stroppa
“È stata una stagione bella, importante. Da una situazione all’altra non abbiamo mai mollato, portando a casa un campionato importante. Giocare bene e non vincere da fastidio, noi abbiamo giocato e fatto bene”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore del Foggia Giovanni Stroppa traccia un bilancio del lavoro svolto dalla sua squadra. Un campionato tra le difficoltà societarie... “Non abbiamo avvertito direttamente le difficoltà societarie. Fisicamente il presidente mancava, ma il fratello ci ha dimostrato vicinanza. Sia io che il direttore non abbiamo mai fatto trasparire situazioni negative. Così abbiamo continuato a lavorare con serenità”. Foggia è stata una vetrina importante anche per lei, s’è rilanciato... “Sono sempre convinto che il lavoro paga. Tutte le stagioni che avevo fatto erano state positive. Anche al SudTirol era stato fatto un lavoro strepitoso e pure nelle situazioni negative ti porti a casa qualcosa”. Mister, rimarrà a Foggia? “C’è un contratto... vedremo cosa succederà. Non penso ad altro. Gli attestati di stima ci sono, questo fa piacere. Però non so che succederà e non lo dico perché voglio fare il prezioso. Ma finché non si presenta qualcuno che bussa e mi fa tentennare... Qui il lavoro è in crescendo, non vedo perché cambiare gratuitamente”. Il Napoli intanto ha scelto Carlo Ancelotti. “Può andare ad allenare da tutte le parti. È l’allenatore più vincente di tutti. Sa come si vince. Non credevo che Sarri andasse via da Napoli”. Se prendi Ancelotti dai un segnale chiaro: vuoi vincere il campionato. “Anche la conferma di Sarri sembrava potesse indirizzare in questa direzione. Sicuramente ci sarà una rosa da completare e migliorare, anche in considerazione della forza della Juventus. Il Napoli farà Champions, Coppa Italia e campionato e quindi servirà una rosa competitiva”. E Gattuso al Milan? “Ha riportato la filosofia milanista, il senso di appartenenza. Vero che c’era già stato un percorso con Seedorf e Inzaghi, ma Gattuso ha riportato entusiasmo e ha dato un’idea di calcio. C’è un’idea di gioco importante. A me come gioca il Milan piace. Sono contento. Giusto rinnovargli il contratto. Ha preso il Milan per i capelli e lo ha riportato a ottimi livelli”. Mister, ammesso che rimanga. Che mercato farà il Foggia? “Ci dovremo sedere. È presto per parlare. Ci sarebbe la volontà di migliorare quello che è stato fatto. A gennaio abbiamo messo un mattoncino. Dagli errori e grazie al mercato di riparazione siamo cresciuti. Ma per iniziare il prossimo campionato bisogna mettere un altro mattoncino”.
Altre notizie Chievo
Mercoledì 18 Luglio 2018
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy