La Costa d'Avorio è campione d'Africa. Decisivi i tiri dal dischetto

di Andrea Piras
Foto Articolo

Come 23 anni fa la Costa d'Avorio ha alzato al cielo la Coppa d'Africa 2015. Di fronte, come 23 anni fa, c'era il Ghana e, come 23 anni fa, la sfida è stata decisa dal dischetto. Gli Elefanti sono tornati a vincere la competizione al termine di una partita infinita. Dopo uno 0-0 avaro di emozioni per 120 minuti si è passati ai tiri dal dischetto. Il Ghana si è portato subito sul 2-0, ma un errore di Acquah ha dato il via alla rimonta ivoriana.

Protagonista dei tiri dal dischetto un giovane vecchio di 35 anni: il suo nome è Copa Barry. Chiamato in causa da Hervé Renard per sostituire l'infortunato Gbohoud, l'estremo difensore è arrivato agli ultimi penalty con i crampi ma non si è lasciato influenzare dalla stanchezza. Non solo ha neutralizzato l'undicesimo rigore al suo collega Brimah Razak, ma ha trasformato il tiro decisivo mandando in visibilio i propri tifosi.

E' uscito fra le lacrime di André Ayew il Ghana di Avram Grant. Le Black Stars hanno disputato una buona finale. Le occasioni sono state certamente dalla loro parte, per esempio il palo di Atsu al 26' minuto, ma la lotteria dei calci di rigore, come in quella nefasta serata di Dakar, ha dato ragione agli Elefanti.

Volge così al termine 30a edizione della Coppa d'Africa, torneo affascinante che ha messo in mostra giocatori molto interessanti. Appuntamento dunque al 2017.


Altre notizie
Sabato 15 Dicembre 2018
 00:00  ...con Amoruso
Venerdì 14 Dicembre 2018