...con A.Canovi

di Alessio Alaimo
Foto Articolo

“Ibrahimovic al Milan, sarebbe un’operazione simile a quella che la società rossonera ha già fatto con Beckham. Malgrado le complicazioni delle ultime ore, non sarebbe male la coppia Ibra-Higuain”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Alessandro Canovi.

Nome altisonante, giocatore che se sta bene fa la differenza. Ma trattativa che potrebbe non decollare.
“Il Milan deve tornare ad avere giocatori importanti. Con Gattuso comunque gioca chi merita, non chi ha il nome. Quindi ci sarebbe spazio anche per Cutrone”.

La carta d’identità di Ibra però, dice che ha trentasette anni.
“Si. Ma chi glielo dice?(sorride, ndr). Con tecnica e fisicità che ha può fare ancora cose molto importanti. E poi per sei mesi in prestito sarebbe un’operazione sensata perché il Milan gioca su più fronti. Ma bisognerà verificare la situazione con il Los Angeles Galaxy”.

Roma, fallito il progetto Monchi?
“Gli darei ancora fiducia. La squadra, a parte qualche uscita a vuoto, ha delle sicurezze. Prima di dare per finito il progetto Roma ci penserei cento volte. Aspetterei nel dare la Roma per finita. I giovani stanno venendo fuori bene. La rosa è tra le migliori”.

Chi si muoverà sul mercato a gennaio?
“Potrebbe muoversi il Milan. Vedo i movimenti di assestamento da parte di chi deve salvarsi o cercare di raggiungere determinati equilibri. Ricordo da sempre il Milan protagonista a gennaio, il mercato invernale è sempre associato ai rossoneri”.

Il Barça rivuole Neymar. Lei conosce bene l’ambiente PSG. Affare possibile?
“Il PSG, conoscendo la proprietà, sta già osservando seriamente tutto per stare dentro il fairplay. Neymar lo vuole tutto il mondo... ma il PSG non lo vende. Se poi un giocatore dovesse esprimere determinati desideri sarebbe un altro discorso”.

Thiago Motta e la nuova carriera da allenatore, come procede?
“Procede bene. Sta facendo il suo percorso. Ci sono vari step da fare, senza fretta. Al momento l’esperienza è positiva”.


Altre notizie
Martedì 22 Gennaio 2019