Franco Colomba ospite a Radio Onda Libera

di Redazione Perugia24.net

L'allenatore Franco Colomba, ex Napoli, Bologna, Parma, Cagliari e Reggina, è stato ospite a Radio Onda Libera.

La vicenda di Andrea Agnelli con il deferimento, l'arrabbiatura e la punzecchiatura di Allegri a Marotta sul futuro tradiscono un certo nervosismo della Juve?

“La Juve ha sempre l'obbligo di vincere perché è forte. E' la più forte e anche la più odiata. Chi lavora alla Juve si fa la scorza perché attaccata e sempre nelle discussioni”.

Roma e Napoli quanto possono dare ancora fastidio a questa Juve?

“Apparentemente poco, anche se poi basta una sconfitta della Juve per riaprire magari certi discorsi guardando la situazione. In questo senso un certo nervosismo ci può stare e Allegri deve sempre tenere tutti sulla corda. Forse è proprio questo il motivo per cui il tecnico tiene tutto sotto controllo”.

Come se la passa il calcio italiano?

“Dopo un po' di immobilismo adesso mi pare che stia venendo fuori qualcosa di meglio e di buono come i giocatori non solo stranieri ma anche italiani. Guardo al nome di Belotti che è il più risonante in questa stagione. Mi pare che ci sia un calcio maggiormente propositivo e chi vince ha più da investire. Direi che il quadro generale fa ben sperare rispetto al passato”.

Qual è il giocatore italiano che la stuzzica di più?

“All'inizio della stagione dissi che Belotti avrebbe potuto vincere la classifica dei cannonieri. Non so se alla fine ci riuscirà, però sta facendo davvero grandi cose. Io spero che la vinca. In lui rivedo il grande Gigi Riva nell'aspetto che gioca senza paura mostrando uno spirito che mi piace davvero molto”.

Ventura riserva sorprese a ogni convocazione: è una strategia o il commissario tecnico azzurro tiene conto di fattori particolari?

“Ventura viene dal calcio del campionato e dei club. Conosce i giocatori. E' molto attento e lo considero un fatto assolutamente positivo che condivido pienamente. Ci possono essere delle sorprese anche in club non di primissima fascia. Per esempio penso a Spinazzola, considerando che si parla molto di lui e sta facendo bene, così come a Petagna”.


Altre notizie Perugia
Giovedì 30 Marzo 2017
Mercoledì 29 Marzo 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.