Tozzo: "Contro la Reggina la svolta per noi. Felice non aver subito reti"

di Roberto Chito

Sorriso a trentadue denti per lui. Da quando difende i pali del Matera, per la prima volta in stagione, non ha subito reti. Non può che essere un’importante iniezione di fiducia per Andrea Tozzo che nelle ultime settimane non se l’era certo vista bene. Tante, troppe le reti subite. In alcune c’è la sua responsabilità, in altre no.

L’estremo difensore, però, comincia dal ritorno alla vittoria in campionato. Tozzo, infatti, a La Gazzetta del Mezzogiorno, ha detto: "Indubbiamente le vittorie ci aiutano. Sono un punto di partenza per riprendere il cammino interrotto per ben cinque settimane consecutive in campionato. Per quanto mi riguarda sono sempre rimasto concentrato e ho pensato a lavorare giorno per giorno. Contro la Reggina, per noi è stata una specie di svolta. Adesso, però siamo attesi da un’altra partita difficile come quella contro l’Akragas. Per quanto ci riguarda, ci spetta dare continuità di risultati dopo aver rotto il ghiaccio l’altra sera. La finale di Coppa Italia? Onestamente, avrei preferito giocare il ritorno in casa. Tuttavia, a conti fatti, sarà decisivo tagliare il traguardo e alzare il trofeo. Il Venezia è un’ottima squadra, lo dice la classifica. Tra i veneti giocano due miei ex compagni di squadra. Da una parte il terzino Garofalo, dall’altra il centrocampista Bentivoglio".

Infine un commento sul non aver subito reti: "Al termina della partita contro la Reggina, per me è trattato di una vera e propria liberazione. Per la prima volta da quando sono a Matera, non mi sono chinato a raccogliere palloni in fondo alla rete. Domenica scorsa, insomma, è stata la partita perfetta. Nessuna rete subita e soprattutto i tre punti. Pentito di aver scelto il Matera? Assolutamente no. La scelta di indossare la maglia biancoazzurra la considero un’opportunità".


Altre notizie Matera
Martedì 28 Marzo 2017
Lunedì 27 Marzo 2017
Domenica 26 Marzo 2017
Sabato 25 Marzo 2017
Venerdì 24 Marzo 2017
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.